Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Archivio » Don Manganiello: ingiusta la penalizzazione (-2) del Napoli

Don Manganiello: ingiusta la penalizzazione (-2) del Napoli

Don Manganiello: ingiusta la penalizzazione (-2) del Napoli
di Aniello Manganiello

No, questa volta davvero non ci sto.
I due punti di penalizzazione inflitti al Napoli, come responsabilità oggettiva per l’omessa denuncia da parte dei difensori Cannavaro e Grava (peraltro condannati a sei mesi di squalifica) di una proposta di combine, mi sembrano una clamorosa ingiustizia. Innanzitutto non è facilmente metabolizzabile nella patria del diritto, qual è l’Italia, il concetto di responsabilità oggettiva, ma è davvero riprovevole che lo stesso si sommi a condanne sonore già comminate ai presunti responsabili dell’illecito. È una scorciatoia scandalistica che, oltre a non fare giustizia, diffonde nella popolazione l’idea che un facile giustizialismo corrivo possa sostituirsi all’accertamento rigoroso della verità dei fatti, il solo che potrà reintegrare l’equilibrio violato del diritto infranto. Scorciatoie di questo tipo sono avvertite emotivamente come ingiuste e creano solchi pericolosi tra le tifoserie, alterando ulteriormente menti già fragili e, talvolta, alterate, come sono quelle dei tifosi. A questo punto occorrerebbe chiedersi quali sono le cause di tante violenze che le cronache registrano e se, per caso, dette cause a volte non risiedano nelle stesse istituzioni sportive e nelle loro stupefacenti decisioni.
Mi veniva in mente la vecchia, deteriore regola di taluni docenti delle vecchie scuole dell’obbligo, quando si puniva l’intera classe per una mancanza di uno o due scolari che non ammettevano le loro colpe e responsabilità. Un fenomeno deleterio di faciloneria giustizialista che finiva per riverberarsi sull’equilibrio di studenti e docenti, creando aree diffuse di diffidenza all’interna delle classi.
La condanna del Napoli ripropone la logica del vecchio maestro elementare impotente, che criminalizzava l’intera scolaresca stante la sua incapacità di individuare i colpevoli, isolarli dal contesto e punirli con solennità in modo da far risaltare l’innocenza di tutti gli altri.
Perciò, avverto dal profondo del cuore l’esigenza di dare la mia solidarietà ai tifosi del Napoli, tra i quali ho il piacere di annoverarmi.

Calcioscommesse: 6 mesi a Cannavaro e a Grava, -2 al Napoli

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3640

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto