Ecomafie, De Luca (Pd): situazione piano gestione rifiuti critica

Ecomafie, De Luca (Pd): situazione piano gestione rifiuti critica
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

[divide style=”3″]
enzo_deluca_commissione_ecomafieIl senatore del Partito democratico Enzo De Luca stamane ha presieduto ai lavori della Commissione bicamerale di inchiesta ecomafie, di cui è vicepresidente. Una seduta importante nel corso della quale è stata approvata all’unanimità la relazione territoriale sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti in Basilicata. Nell’ambito della discussione sulle cosiddette “navi dei veleni”, è stata depositata la relazione sulla morte del capitano Natale De Grazia, “vicenda ancora misteriosa”, puntualizza De Luca.
All’ordine del giorno anche l’esame della relazione sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti in Campania. Due le proposte di relazione presentate: una dal senatore di centrodestra Salvatore Piscitelli (Coesione nazionale) e un’altra dal deputato del Pd, Stefano Graziano. A maggioranza dei presenti, la Commissione ha stabilito che esprimerà il proprio voto sulla proposta di Graziano.
“Ci avviamo a tirare le somme del lavoro svolto con grande sinergia e impegno costante su fronti di emergenza e la Campania è certamente tra questi”, ha commentato De Luca, candidato nuovamente al Senato per il Partito Democratico. “La situazione sul piano della gestione dei rifiuti è molto critica, in Campania ma anche in altre regioni del Paese e la vicenda delle navi dei veleni è tutt’altro che chiarita. La Commissione di inchiesta, anche in virtù dei suoi poteri giudiziari, ha dato un contributo notevole all’accertamento di tante verità, ma il lavoro da fare è ancora tanto. Per quanto mi riguarda – ha concluso De Luca – continuerò a mantenere alta l’attenzione su questi temi, da sempre prioritari nella mia agenda”.

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *