Home
Tu sei qui: Home » Riflettori su » L'intervista » Elezioni a Baronissi: Moscatiello, il più credibile

Elezioni a Baronissi: Moscatiello, il più credibile

Elezioni a Baronissi: Moscatiello, il più credibile
Enrico Siniscalchi (1971), avvocato civilista e candidato per le elezioni comunali 2014 di Baronissi (Sa) nella lista Moscatiello sindaco ci spiega le ragioni di una scelta di voto a suo giudizio inevitabile.

enri1

Enrico Siniscalchi

Avvocato, come mai ha deciso di candidarsi?
Per passione e per rabbia. La prima mi è stata trasmessa dal desiderio di lottare per gli ideali di libertà, onestà e giustizia inculcatimi dai miei genitori; la seconda, invece, aumenta ogni giorno di più, al cospetto di una classe dirigente fallimentare e corrotta, spesso inadeguata, incapace di fronteggiare la situazione critica che attraversiamo se non continuando a vessare i cittadini onesti e a perpetrare le proprie logiche di spartizione di potere e poltrone.

Lei ha scelto di candidarsi nella lista di Giovanni Moscatiello, un tempo suo avversario politico e ora alleato del centro-destra. Gianfranco Valiante rileva in questa trasformazione un segno di incoerenza e opportunismo politico. Lei come giudica la situazione: possiamo parlare di trasformismo?
Giusto per chiarezza: Moscatiello era ed è di sinistra e non si è alleato con la destra: ha semplicemente stipulato un accordo programmatico con due liste di partito, certamente di destra, come Forza Italia e Fratelli d’Italia; sarebbe però stato pronto a stipularlo anche con altre forze politiche, se si fossero avvicinate a lui: lo ha perciò fatto con chi c’è stato e si è reso disponibile. Per quanto riguarda poi le affermazioni di Valiante in questa campagna elettorale, a me pare chiaro che egli stesso sia stato calato dall’alto per motivi che nulla hanno a che fare con l’intento di amministrare bene la nostra comunità. Siamo, quindi, alle solite: poiché si ritiene, in un’epoca nella quale addurre motivazioni ideologiche è ridicolo, che Moscatiello avrebbe tradito la sinistra alleandosi con la destra, non si tiene in alcun conto che è stato ed è un bravo Sindaco. Pur di liberarsi del “nemico”, si è disposti a tutto, anche a far correre il rischio a Baronissi di essere mal governata.  In realtà, non è Moscatiello ad aver tradito la sinistra ma è la sinistra ad aver tradito sé stessa, stante la incapacità di guardare avanti.

Tuttavia Gianfranco Valiante sfida Moscatiello presentandosi come una forza politica nuova in campo. Moscatiello è in effetti sulla scena politica di Baronissi da parecchi anni …
Valiante usa lo slogan “guardare di nuovo al futuro”… si, forse, quello remoto, però… In realtà non è nuovo lui, né coloro che lo sostengono, tutte persone che fanno politica da quando io frequentavo le scuole elementari e che non hanno lasciato mai tracce significative del proprio passaggio.

moscatiello1

Giovanni Moscatiello, candidato sindaco del comune di Baronissi

Però si tratta di candidati che non hanno sinora potuto dar prova di sé fino in fondo. Non potrebbero avere una chance in tal senso?
No, guardi, la situazione è molto semplice da spiegare: si tratta di persone create politicamente da Moscatiello e che senza di lui non avrebbero recitato mai alcun ruolo; nessuno di loro, infatti, ha mai particolarmente brillato per bravura e vivacità intellettuale. Non si comprende come ora queste persone dovrebbero e/o potrebbero fare qualcosa di utile per la collettività, tanto più perché schierate a favore di un candidato che nulla conosce del territorio di Baronissi e che, non vivendoci né avendo nessun radicamento e contatto con quest’ultimo, non ha, ovviamente, alcun impeto emotivo, alcuna  pulsione che possa far pensare che davvero se ne prenderà cura.

Quali sono allora le ragioni per dare ancora una volta fiducia a Moscatiello?
Preferisco innanzitutto elencarle quali sarebbero le ragioni, davvero inconsistenti, per non confermare Moscatiello addotte dai suoi avversari politici: la prima sarebbe di eliminare il degrado di Baronissi, ma io mi chiedo di quale degrado si stia parlando: Baronissi è molto migliorata negli ultimi vent’anni, trasformandosi in una cittadina accogliente e funzionale e diventando una delle zone residenziali di Salerno; la seconda ragione sarebbe quella di assecondare la “voglia di cambiamento” della gente del luogo: ma di quale voglia di cambiamento parliamo? A me non sembra esserci affatto: del resto c’è voglia di cambiamento quando le cose non vanno bene e non mi pare proprio sia il caso di Baronissi.  C’è poi il richiamo alla solita questione giudiziaria in cui Moscatiello è stato coinvolto: senza volere entrare nel merito della vicenda, trovo davvero curioso che i suoi ex alleati politici abbiano governato con lui quando era sotto processo e che, ora che è stato assolto con formula piena, cerchino di riesumare un argomento evidentemente superato e svalutato. La verità è che in questi ultimi vent’anni l’unico sindaco capace di realizzare qualcosa di concreto a Baronissi è stato ed è Giovanni Moscatiello, come io stesso ho dovuto ammettere. Può bastare come motivo per accordargli nuovamente la fiducia?

Si dice però che il sindaco uscente, come De Luca a Salerno, sia poco incline al confronto dialettico, preferendo agire senza troppi complimenti.
Conosco bene l’argomento,  per averlo più volte sentito utilizzare da altri candidati alla poltrona di sindaco di Baronissi, in particolare da Gennaro Esposito, secondo il quale Moscatiello sarebbe un “ducetto”.  Mi viene da ridere, già solo considerando il carattere dispotico della persona da cui parte la critica; ma poi mi chiedo anche come mai ci si accorga solo ora di tale presunto difetto di Moscatiello, visto che coloro che lo rilevano hanno governato con lui per oltre 4 anni… Senza quindi volere mettere in dubbio la buona fede di chi lo afferma, penso che costituisca un’argomentazione a doppio taglio, se non altro perché rivela la scarsa perspicacia di questi signori. Il che non penso proprio possa costituire un buon biglietto da visita per loro: se vogliono conquistare la fiducia degli elettori di Baronissi dovranno ricorrere ad altri argomenti.

V.P.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3644

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto