Dom. Set 15th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Exit poll elezioni Sicilia, a Palermo grillini in vantaggio

2 min read
Si tratta di dati relativi solo alla città di Palermo: avanti Giancarlo Cancelleri del M5S

Si tratta di exit poll e non dei risultati definitivi, sono tutti da confermare e sono relativi solo alla città di Palermo, frutto delle rilevazioni operate da Palermoreport.it e diffusi in diretta su Trm. Ma se gli exit poll verranno confermati dai dati reali, la Sicilia si prepara a una rivoluzione. Il candidato che avrebbe ottenuto il maggior numero di preferenza nella città di Palermo, dove sono state compiute le rilevazioni, infatti, sarebbe Giancarlo Cancelleri (nella foto con Grillo), del Movimento cinque stelle. Un risultato inaspettato, specie dopo i sondaggi diffusi nei giorni scorsi, che vedevano, semmai, una sorta di duello tra il candidato del centrodestra Nello Musumeci e quello di Pd e Udc Rosario Crocetta. Gli exit poll sono sondaggi effettuati all’uscita dei seggi elettorali tra i votanti, ai quali viene chiesto di indicare per chi è stato appena dato il voto. I sondaggisti tengono gli exit poll per ottenere un’indicazione immediata di quale sarà il risultato elettorale. Tornando alle regionali in Sicilia Cancelleri sarebbe avanti col 27,46%, seguito dall’esponente de La Destra, indietro col 23,35%, solo al terzo posto l’europarlamentare gelese sol 21,40%. Molto staccato, invece, Gianfranco Micciché (Grande Sud, Partito dei siciliani e Nuovo polo), che avrebbe ottenuto il 14,24% delle preferenze, precedendo l’ultimo dei “big”, ovvero Giovanna Marano, candidata di Sel e Idv, ferma al 9,76%.
Tutti sotto l’1%, invece, gli altri candidati. Nell’ordine Gaspare Sturzo di “Italiani liberi e forti” (0,9%), Cateno De Luca di Rivoluzione siciliana, Giacomo Di Leo del Partito comunista dei lavoratori e Lucia Pinsone del “Voi” (0,8%), a chiudere Mariano Ferro del Movimento dei Forconi con lo 0,49%.
E clamorosi sarebbero anche i risultati delle singole liste. Il Movimento cinque stelle, infatti, ottiene il 26,42% delle preferenze. Tra i partiti a sostegno di Musumeci, invece, crolla il Pdl al 10,88%, tiene bene il Cantiere popolare all’8,48%, mentre resterebbe fuori dalla distribuzione dei seggi la lista “Musumeci presidente”, ferma al 4,72% e quella dell’Alleanza di centro di Pionati (0,8%). Grandi sorprese anche nello schieramento a sostegno di Rosario Crocetta. Stando agli exit poll, infatti, l’Udc rimarrebbe addirittura fuori dall’Ars, col 4,72% così come la lista “Crocetta presidente” (ferma al 4,8%). E clamorosa sarebbe il risultato del Partito dei siciliani, che si terrebbe molto lontano dal 5% (fermo al 2,48%). Sarebbe buono invece il risultato di Grande Sud (8,63%). Sotto il 5% invece Futuro e Libertà-Mps (3,4%) e “Piazza pulita” (0,32%). Fuori dall’Ars, stando ai risultati palermitani, anche l’Italia dei valori, che si ferma al 3,76%, mentre otterrebbe una rappresentanza all’Assemblea la lista “Federazione della sinistra-Sel-Verdi” col 6,31%). Lontane dall 5% tutte le altre liste: “Lista Sturzo presidente” (1,04%), Rivoluzione siciliana, Voi, e Partito comunista dei lavoratori (0,8%), Popolo dei Forconi (0,48%). L’exit poll è il frutto di 1250 dichiarazioni di voto. Ha un margine d’errore del 3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *