Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Archivio » Fallimento EavBus 10/ Indagini a tappeto e guai anche per la Circum

Fallimento EavBus 10/ Indagini a tappeto e guai anche per la Circum

Fallimento EavBus 10/ Indagini a tappeto e guai anche per la Circum

Blitz della Guardia di Finanza ieri negli uffici dell’EavBus. E poco prima della mezzanotte di ieri è stato siglato anche il contratto di comodato gratuito, a vantaggio dell’Eav holding per 30 giorni, in modo da non interrompere la prestazione del servizio ed avere il tempo necessario per definire un piano di intervento adeguato sotto il profilo sia giuridico, sia finanziario, sia economico. Ma prima di arrivare alla firma si sono vissuti momenti molto tesi, difficoltà che sicuramente non sono finite dato che la passione dell’AevBus durerà ancora un mese. Il tempo necessario per dare qualche certezza ai 1300 dipendenti. L’indagine che ha portato le Fiamme gialle è stata aperta dal pm della procura della Corte dei Conti Ferruccio Capalbo per verificare la fondatezza delle segnalazioni arrivate nelle ultime settimane dai media e dagli stessi dipendenti. In azione il nucleo polizia tributaria di Napoli comandato dal colonnello Nicola Altiero e coordinato dal tenente colonnello Massimo Gallo. Gli uomini della Guardia di Finanza hanno acquisito bilanci, organigrammi del personale, contratti e tutto il materiale necessario per verificare se l’azienda controllata dalla Regione sia stata amministrata nel rispetto delle regole. Verifiche non di poco conto visto che la società è al centro di una procedura di fallimento. La Corte dei Conti starebbe verificare se negli anni passati ci siano state assunzioni e promozioni illegittime, se il numero dei dirigenti è congruo, se ci siano state ricapitalizzazioni in assenza di piani industriali, se la Regione abbia correttamente esercitato il controllo analogo previsto dalla legge. L’indagine, quindi, è nella fase iniziale e come dicevamo parte dalle tante denunce arrivate in questi giorni. Ma l’obiettivo della magistratura contabile è appurare se ci siano state mancanze o irregolarità che hanno condotto al disastro di questi giorni.
Ma sono tempi difficili anche per la Circumvesuviana e per i pendolari che viaggiano con i treni Circum tutti i giorni: per l’azienda sono iniziati i nuovi turni dei macchinisti e dei capitreno, staranno più a lungo sui convogli e dovranno garantire una maggiore produttività, necessaria a sanare i conti. Per i lavoratori è come se nulla fosse cambiato, e anche per i viaggiatori. Le cancellazioni dei convogli sono tante. E c’è anche il rifiuti dei dipendenti a salire sui convogli ritenuti poco sicuri.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1306

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto