Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Farmaci: Ricerca, innovazione e competitività, convegno a Roma

Farmaci: Ricerca, innovazione e competitività, convegno a Roma

Farmaci: Ricerca, innovazione e competitività, convegno a Roma
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

RICERCA, INNOVAZIONE E COMPETITIVITÀ:
QUALI VANTAGGI PER IL PAESE E PER I PAZIENTI?
IL FARMACO: QUALE DESTINO DOPO L’AUTORIZZAZIONE?

Giovedì 15 novembre 2012
ore 08.30 – 14.00

CAMERA DEI DEPUTATI
Palazzo Marini – Sala delle Colonne
Via Poli 19, Roma

La ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci rappresentano lo strumento attraverso il quale una sostanza diventa un farmaco, in grado di innovare terapie ovvero di produrre benefici nei confronti delle alternative terapeutiche disponibili al momento della loro introduzione nei processi di cura e da qui deriva l’opportunità della commercializzazione.
Perché un farmaco venga messo a disposizione dei pazienti, è necessaria l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio attraverso la quale vengono effettuate tutte le valutazioni necessarie per garantire requisiti di sicurezza ed efficacia.
Attualmente, l’Autorizzazione all’immissione in commercio è regolata, oltre che dalla normativa di registrazione nazionale, anche da quella comunitaria che prevede varie procedure con il coinvolgimento di tutti i paesi membri dell’UE ovvero di alcuni di essi.
Infatti, la procedura centralizzata stabilisce che il Comitato per i medicinali per uso umano, valutata scientificamente la documentazione presentata da chi richiede l’autorizzazione, emani una Opinione da trasmettere alla Commissione Europea che, a sua volta, emanerà una Decisione, vincolante per tutti gli Stati membri.
Invece, nella procedura di mutuo riconoscimento l’Autorizzazione è rilasciata in uno Stato membro e viene poi estesa in uno o più Stati, mentre nella procedura decentrata la domanda di autorizzazione viene presentata in uno o più Stati.
Il carattere vincolante delle procedure sopra descritte riguarda la registrazione del farmaco, non la sua rimborsabilità, che è, invece, materia di competenza nazionale.
L’Associazione Culturale “Giuseppe Dossetti: i Valori – Sviluppo e Tutela dei Diritti” (www.dossetti.it), in collaborazione con la Fondazione Gianni Benzi, si propone di sottoporre all’attenzione la trattazione della legislazione comunitaria, di evidenziare le strade di reale accesso ai farmaci, con particolare riferimento a quelli oncologici, pediatrici ed orfani, nonché di approfondire la procedura di individuazione dei prezzi ed il sistema di rimborso.
Pertanto, proprio in vista della prossima revisione dei LEA, elemento principale della garanzia di tutela del Diritto alla Salute, l’obiettivo è quello di valutare il percorso di immissione in commercio dei farmaci, nei diversi Paesi, anche al fine di ovviare alle difformità esistenti.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3627

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto