Ferragosto in città, ecco i luoghi d’arte rimasti aperti

Ferragosto in città, ecco i luoghi d’arte rimasti aperti

Alle ferie di Ferragosto, si sa, è difficile rinunciare. Ma se viaggi esotici, e pure mare e montagna, possono diventare proibitivi in questa torrida estate di crisi, non va sottovalutata l’alternativa del museo, tanto più che a Milano, per esempio, si entra gratis e ci si può portare da leggere e a Udine i musei civici offrono persino il gelato. Salvata in extremis da tagli e spending review, la tradizionale apertura del 15 di agosto si rinnova anche quest’anno aprendo le porte di oltre 300 luoghi di cultura statali e comunali in tutta Italia. E le possibilità sono tantissime e varie, dai musei più blasonati alle realtà più piccole e meno conosciute. A dispetto della penuria di personale di custodia non vanno in vacanza gli Uffizi a Firenze, Le gallerie dell’Accademia a Venezia, la Galleria Borghese a Roma, Palazzo Reale di Napoli o La Reggia di Caserta, tanto per citare i must. E per chi di musei non volesse sentir parlare ci sono i castelli, come lo stupefacente Forte di Gavi, in Piemonte, grandiosa fortezza di origine medievale che di sicuro vale una gita ferragostana, o come l’opulento Castello Reale di Racconigi (To). A Trieste apre il Museo Storico di Palazzo Miramare, in Valle d’Aosta ci si può avventurare tra le sale del tenebroso e affascinante Forte di Bard, in Lombardia vale una gita il Castello di Sirmione. E ancora, l’occasione può essere buona per visitare i fantasmagorici mosaici della Basilica di Sant’Apollinare a Ravenna, il Museo di Palazzo Reale a Genova, i gioielli etruschi del Museo di Villa Giulia, il Raffaello e gli altri mille tesori alla Pinacoteca di Brera di Milano. Sempre che la temperatura lo permetta, sono aperti poi i cancelli dei siti archeologici: il Colosseo, i fori, le terme di Caracalla a Roma, i templi di Paestum, gli scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti in Campania, gli scavi di Aquileia in Friuli. (l’elenco completo si può consultare sul sito del ministero dei beni culturali www.beniculturali.it). A Milano i musei civici sono aperti e anche gratuiti, come iniziativa del comune che all’interno dei musei ha allestito delle sale di lettura e per la giornata offre sport, musica e fuochi d’artificio in piazza del Cannone e al Castello Sforzesco. Il “gusto dell’arte” è invece la nuova formula proposta dai Civici Musei di Udine: domani chi visiterà un museo o una mostra della rete museale cittadina potrà poi gustare, esibendo il biglietto, un cono gelato in una gelateria che ha aderito all’iniziativa.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *