Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Figli troppo al computer? Andranno bene a scuola

Figli troppo al computer? Andranno bene a scuola

Figli troppo al computer? Andranno bene a scuola

Social network e computer nemici dello studio? Ne siamo convinti un po’ tutti. Alzi la mano chi non ha mai rimproverato il proprio figlio per le troppe ore passate al pc a chattare con gli amici. 
Da oggi possiamo ritenere sbagliate le nostre convinzioni: uno studio scientifico, condotto in Israele, dimostra che l’uso dei social network determina il successo all’Università.
Un team del Social Networks Security Research Group della Ben-Gurion University ha presentato a una conferenza sui nuovi media a Hong Kong il singolare risultato della ricerca.
Il team di ricercatori ha sviluppato un nuovo metodo per prevedere se gli studenti conseguiranno con successo o con brutti voti la laurea. Lo studio si chiama “Predicting student exam scores by analyzing social network data”.
La ricerca mostra, in sintesi, che la costruzione di reti sociali di collaborazione e di confronto sul web da parte degli studenti aiuta a migliorare il loro rendimento universitario.
Insomma, scambiarsi email, confrontarsi sui social network, lavorare insieme al pc… sono tutte attività che vengono definite di “social networking” che aiutano a prevedere, secondo la ricerca israeliana, la qualità della carriera universitaria di uno studente.
Lo studio, coordinato da Michael Fire, spiega che la selezione di studenti con i quali cooperare e i livelli di interazione on line sono elementi indicativi del rendimento universitario di un laureando. I dati sono stati raccolti monitorando le attività di collaborazione on line e off line dei singoli studenti coinvolti nei test. La ricerca ha evidenziato, inoltre, che scegliere amici produttivi in termini di studio aumenta le possibilità di prendere ottimi voti agli esami.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto