Finmeccanica, Pozzessere da Poggioreale prepara il contrattacco

Finmeccanica, Pozzessere da Poggioreale prepara il contrattacco

Ha passato quasi tutta la notte sveglio nel carcere di Poggioreale, Paolo Pozzessere, l’ex direttore commerciale di Finmeccanica e questa mattina ha incontrato il suo difensore Carlo Marchiolo. Fra due giorni, infatti, Pozzessere si troverà dinanzi al giudice per le indagini preliminari Dario Gallo, che ieri ha firmato l’ordinanza che lo ha portato in carcere con l’accusa di corruzione internazionale. «Non era prostrato – ha detto l’avvocato -, era in buone condizione psicologiche e fisiche. Ci siamo concentrati molto sulla difesa e su ciò che andremo a dire al giudice. Stiamo studiando l’ordinanza». I due hanno parlato per alcune ore per organizzare la linea difensiva. Di sicuro resta da sciogliere un nodo importante nel prosieguo di tutta l’indagine ed è quello della competenza territoriale. La prima indagine su Finmeccanica, quella delle presunte tangenti per un maxiappalto in India, filone d’indagine, partito dagli accertamenti dei pm di Napoli, a fine luglio scorso la Cassazione l’ha trasferito per competenza a Busto Arsizio, perché «il maggior numero di indagati» nel procedimento, «risulta risiedere nel circondario del Tribunale» della cittadina lombarda. C’è attesa poi anche per gli interrogatori degli altri indagati nel filone per la presunta tangente pagata in Brasile per una fornitura miliardaria di navi fregate con allestimenti di Finmeccanica. Già l’ex ministro Scajola e l’onorevole Nicolucci avevano manifestato ieri l’intenzione di essere ascoltati nel più breve tempo possibile. Stessa scelta anche per il presidente dell’Unione degli industriali di Napoli, Paolo Graziano (foto), che ieri ha subito una perquisizione. Sono accusati anche loro di corruzione internazionale e potrebbero essere ascoltati tra venerdì e sabato. Sulla vicenda nessun commento dal ministero della Difesa brasiliano, il portavoce Roberto Tomaz ha risposto con un ‘no comment’.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *