Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Firmato il protocollo d’intesa sulle “buone pratiche” nei cantieri edili

Firmato il protocollo d’intesa sulle “buone pratiche” nei cantieri edili

Firmato il protocollo d’intesa sulle “buone pratiche” nei cantieri edili
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

Questa mattina, presso l’Aula ‘Senato Accademico’ dell’Università di Salerno è stato firmato il protocollo di intesa per definire un percorso di ‘buone pratiche’ nei cantieri edili in grado di migliorare la sicurezza e ridurre gli infortuni. A siglare l’accordo il Rettore dell’Università degli Studi di Salerno prof. Raimondo Pasquino, il Dirigente dell’Inail Salerno, dott.ssa Donata Volino, il  presidente del Comitato Paritetico Territoriale della Provincia di Salerno (CPT), dott. Michele Allegretti,  e il vice presidente dello stesso Ente , dott. Luigi Adinolfi. All’incontro hanno partecipato l’ing. Gianluca Basile, capo dell’Area V dell’Università di Salerno, il prof. Roberto Vanacore dell’Università di Salerno, l’ing. Vito Troisi, direttore del C.P.T.
Tutti i presenti hanno sottolineato che i cantieri edili, come qualsiasi altro luogo dove si lavora, hanno precisi piani da rispettare in materia di sicurezza e, quando avviene un incidente mortale significa che l’insieme delle norme che avrebbero dovuto garantire la sicurezza, non é stato rispettato.  Un dato confortante viene fornito dalle rilevazioni effettuate dall’INAIL al 31 marzo 2012 che segnano, per i casi di incidenti mortali, una  flessione del 5,4%, passando  in un anno da 973  a 920. Si è, insomma, sotto la fatidica soglia dei 1.000; questo però non può far abbassare la guardia e l’attenzione su questo argomento.
Di qui la necessità di intervenire con soluzioni all’avanguardia, già sperimentate negli USA, come  il Visual Management (VM), tecnica con la quale vengono comunicate informazioni tramite segnali ottici invece di testi o altre istruzioni scritte, si prevede di aumentare l’efficienza, la sicurezza, l’organizzazione e la chiarezza delle informazioni.
Il progetto sarà articolato in diverse attività per le quali è prevista la costituzione di un gruppo di lavoro composto da rappresentanti dell’Università di Salerno, del CPT e dell’INAIL. Obbiettivo finale sarà quello di emanare linee guida da utilizzare nel settore edile e di presentare i risultati a livello nazionale ed internazionale con la partecipazione ad iniziative specialistiche di settore.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3646

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto