Lun. Ago 26th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Fonderie Pisano, operai assaltano attivisti e giornalisti

2 min read
Rabbia a Salerno, contestati il sindaco Napoli e l'assessore Calabrese

Fratte, dopo gli scontri

Gli ambientalisti, che da tempo protestano contro le emissioni, denunciano l’aggressione e diffondono le immagini sui social. Sul posto contestati il sindaco Napoli e l’assessore Calabrese.

Fratte, dopo gli scontri
Fratte, dopo gli scontri

(ilDesk) “Ci hanno aggredito e picchiati. È stata una vera e propria incursione da parte degli operai delle fonderie Pisano”. La denuncia è degli attivisti del presidio istituito da giovedì davanti i cancelli dello stabilimento di Fratte a Salerno. Gli ambientalisti denunciano da tempo le emissioni inquinanti che proverrebbero dall’impianto. Gli operai invece temono conseguenze per il loro posto di lavoro, nel caso di provvedimenti delle autorità. Questa mattina alcuni dipendenti della fabbrica sono scesi in strada e si sono diretti verso la giovane attivista Martina Marraffa, intervistata da un giornalista di Fanpage, anche lui aggredito. Le immagini dell’assalto sono finite sui social. Sul posto anche il sindaco Enzo Napoli e l’assessore all’ambiente Gerardo Calabrese, contestati dagli attivisti. Marraffa si è poi recata in questura per denunciare l’accaduto.

Il sindaco Enzo Napoli
Il sindaco Enzo Napoli

GIORNALISTI AGGREDITI – Ordine dei giornalisti della Campania e Sindacato unitario giornalisti Campania “sono al fianco dei cronisti di Fanpage.it, Antonio Musella e Giuseppe Pace, aggrediti poco dopo le 11.30 alle Fonderie Pisano di Fratte a Salerno dove stavano intervistando i manifestanti in presidio che chiedono la chiusura dell’impianto. I due giornalisti di Fanpage.it hanno presentato denuncia e sono andati in ospedale”. Il Movimento unitario giornalisti Campania “è vicino umanamente e professionalmente ai colleghi della redazione napoletana di Fanpage.it che oggi sono stati violentemente aggrediti a Salerno, durante una presidio alle Fonderie Pisano. Ancora una volta nel giro di pochi giorni dobbiamo esprimere solidarietà ai cronisti di questa testata, qualche giorno fa minacciati di querele temerarie, oggi invece fisicamente aggrediti – dichiara Mimmo Falco, presidente del Mug -. E’ chiaro che il clima arroventato di questi giorni non aiuta per nulla la stampa campana. Auspichiamo che le forze dell’ordine individuino i responsabili di quest’aggressione”.

– See more at: http://www.ildesk.it/2016/03/16/operai-assaltano-attivisti-e-giornalisti-al-presidio-contro-fonderie-pisano-caos-a-salerno-video/#sthash.I454hkhB.dpuf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *