Ven. Ago 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Gioie e rabbie col solleone, raccontatele a I Confronti

Tra gli “scorci” e gli “sconci”, ricade lo spazio dialettico di questa rubrica, che vorremmo poter realizzare sommando lo spirito di osservazione della redazione con quello dei nostri “contatti” già così numerosi. Non scopriamo nulla, ma mettiamo umilmente in moto, come un incubatore di positivo contagio, il segreto del successo del giornalismo d’Oltreoceano, quello del doppio occhio, l’occhio del giornalista e l’altro costituito dallo spirito d’osservazione di chi non è più un fruitore passivo di informazioni altrui, ma diventa cooperatore di un progetto combinato e complesso.
Il giornalismo partecipativo (detto anche giornalismo collaborativo o, in inglese, citizen journalism o open source journalism) è, d’altra parte, secondo la ricostruzione storico-professionale che ne fa Google, proprio “il termine con cui si indica la nuova forma di giornalismo che vede la “partecipazione attiva” dei lettori, grazie alla natura interattiva dei nuovi media e alla possibilità di collaborazione tra moltitudini offerta da Internet.”
Cosa chiediamo ai nostri contatti? Di visitare l’estate, rappresentarla e diffonderla, nelle sue bellezze baciate dal sole e nelle deformazioni determinate da comportamenti degli uomini e da scelte politico-istituzionali discutibili.
Un racconto sotteso tra il bello e il brutto, tra il sogno e il drammatico risveglio, la fierezza e l’umiliazione.
L’estate riscatta dal sommerso le potenzialità di un Paese ma anche le contraddizioni di un popolo: è una stagione-rivelazione, nel corso della quale gli spostamenti di massa, gli approdi vacanzieri, le aggregazioni occasionali, i viaggi faticosi, estenuanti e incerti determinano disagi e conflitti, amarezze e afflizioni di vario tipo.
Noi vi chiediamo di scattare una foto per noi, girare un microfilm e spedircelo via Internet, scriverci un messaggio, magari una breve nota, per chi ne sarà capace anche un sintetico reportage: vi chiediamo cioè di contattare il nostro/vostro blog per un racconto liberatorio che potrà avere anche un effetto pedagogico, sollecitare e ottenere, chissà, in caso di doglianze, un intervento risolutore da parte di chi è abilitato a decidere.
Ritardi, disservizi, carenze faranno perciò da polo di un percorso che si svolgerà tra le due estremità nelle quali, in genere, si declina la realtà, il positivo e il negativo.
Raccontate la vostra Italia e il vostro mondo estivo, che diventeranno così il mondo estivo de I Confronti, attraverso la pratica mediatica e affettiva della condivisione.
Un redattore presidierà la postazione per gran parte delle 24 ore per garantire un servizio efficiente e un’amplificazione simultanea del vostro pensiero e delle vostre doglianze.

iconfronti@gmail.com
info@iconfronti.it
redazioneculturaleiconfronti@gmail.com

Comunicheremo al più presto ulteriori modalità di contatto con il nostro blog

I Confronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *