Giornalisti, giornata di mobilitazione contro manette e tagli

Giornalisti, giornata di mobilitazione contro manette e tagli

Una giornata di mobilitazione nazionale di tutti i giornalisti italiani per dire no ai tagli e alle manette dell’informazione.
L’idea è stata avanzata dal coordinamento dei Comitati di redazione del Gruppo Espresso, Repubblica, Finegil ed Elemedia in occasione della conferenza nazionale dei cdr, dei fiduciari italiani e della commissione contratto Fnsi che si è tenuta nei giorni scorsi a Fiuggi.
La proposta è quella di attuare una giornata denominata “Free media day contro i tagli e le manette all’informazione”. L’idea giunge nel periodo in cui la maggior parte delle aziende editoriali dichiarano stati di crisi, con ricavi in calo sia da introiti pubblicitari che da vendite: ma anche nel momento in cui il Senato, chiamato ad approvare il ddl diffamazione per l’abolizione del carcere per i giornalisti, modifica a voto segreto l’articolo 1, prevedendo il carcere per i giornalisti colpevoli di diffamazione a mezzo stampa con un massimo di un anno di reclusione.
Nel documento preparato dal coordinamento si evidenzia chiaramente che la proposta del Free media day è conseguente al “continuo ricorso alle dichiarazioni di stato di crisi, avanzato da molti gruppi editoriali, anche abusando a volte delle disposizioni contenute nei decreti Sacconi”.
In sintesi, non è solo la previsione del carcere per i giornalisti a costituire “una grave e inaccettabile minaccia per la libertà di stampa ma anche “la continua riduzione degli organici nella gran parte delle testate italiane e lo sfruttamento di collaboratori sottopagati e costretti a lavorare in una condizione di precariato permanente che rappresenta una vera e propria gabbia esistenziale senza prospettive”.
Il coordinamento dei Cdr ha affidato alla Federazione Nazionale della Stampa la scelta della modalità di attuazione della giornata di mobilitazione e delle relative iniziative da svolgere.

(b.r.)

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *