Giovane muore mentre confeziona fuochi di artificio

Giovane muore mentre confeziona fuochi di artificio

Muore mentre prepara fuochi d’artificio nella propria abitazione. Il fratello, dopo aver visto quanto accaduto tenta il suicidio. È accaduto nel primo pomeriggio di oggi alla periferia di Angri, in provincia di Salerno.
L’esplosione che ha causato la morte dell’uomo ha provocato anche la distruzione di un’ala della casa rurale.
La vittima, Roberto Longobardi, 31 anni era sposato e padre di un bambino di appena un mese. Il fratello, che pare fosse sul posto al momento della deflagrazione, dopo aver appreso quanto è accaduto, ha tentato il suicidio impiccandosi. A quanto si apprende dalle prime notizie, il fratello della vittima sarebbe stato salvato dai vicini di casa ed è ora ricoverato all’ospedale di Nocera Inferiore.
Un boato di grosse dimensioni ha turbato la tranquillità di un sabato pomeriggio nel piccolo centro del salernitano.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri di Nocera Inferiore.
Si indaga per capire la dinamica dell’incidente e per accertare se l’uomo detenesse in casa altri botti che potrebbero aver facilitato l’esplosione.

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *