Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Gli operai della Sulcis escono dalla miniera, per ora solo promesse

Gli operai della Sulcis escono dalla miniera, per ora solo promesse

Gli operai della Sulcis escono dalla miniera, per ora solo promesse

I minatori di Nuraxi Figus, che da domenica scorsa stavano occupando la miniera della Carbosulcis, a livello -373 hanno sospeso l’occupazione. La decisione è stata presa pochi minuti fa in miniera. I minatori hanno comunque deciso «di tenere un presidio nella discarica delle ceneri della centrale di Portovesme, all’interno della miniera, in attesa di essere convocati dalla regione Sarda e dal Ministero dello Sviluppo economico per capire quali saranno le sorti future della miniera», riferisce Niono Dorso, segretario generale della Femca-Cisl. «Abbiamo chiesto alla Regione un incontro urgente», riferisce invece Sandro Mereu della Rsu di Carbosulcis, «per discutere del nuovo progetto carbone-centrale e sui futuri investimenti nella miniera. La mobilitazione prosegue, anche se si è deciso di togliere l’occupazione». Lo stato di agitazione dei minatori passerà ancora per il blocco della discarica di ceneri e gessi provenienti dalla vicina centrale dell’Enel, si tratta dei residui della lavorazione del carbone utilizzato per produrre energia.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1291

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto