Dom. Set 15th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Governo, tra sgravi e inasprimenti colpite di nuovo le famiglie

1 min read
Il presidente della Corte dei Conti: «Sulle famiglie si concentra il 100% degli sgravi e il 57% degli inasprimenti impositivi»

«La manovra fiscale interessa, prevalentemente, le famiglie, sulle quali nel 2013 si concentra il 100% degli sgravi e il 57% degli inasprimenti impositivi». Così il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, in audizione alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla legge di Stabilità, sottolinea che «l’imposta principalmente coinvolta dagli interventi è ‘’Irpef (con il 62,5% delle riduzioni di prelievo e il 42,1% degli aumenti nel 2013)», mentre per quanto riguarda l’Iva «l’aumento di un punto delle aliquote ordinaria e intermedia costituisce uno sgravio (cioè un più contenuto aumento) se misurato rispetto al quadro ‘tendenziale’ già definito alla luce dei provvedimenti varati nella seconda metà del 2011». Il presidente ha poi ricordato che «la manovra dal lato delle entrate dovrebbe produrre uno sgravio netto commisurato a poco più di 2,3 miliardi nel 2013 e a oltre 3,7 miliardi nel triennio 2013-2015». Sulla stessa legge di stabilità si è anche espressa Bankitalia. Secondo l’istituto per favorire la crescita occorre ridurre insieme spesa improduttiva e tasse. La legge di stabilità prevede un modesto peggioramento del saldo di bilancio nel 2013 e prefigura per il prossimo triennio un limitato ridimensionamento del bilancio pubblico. Ridurre simultaneamente la spesa pubblica improduttiva e la pressione fiscale è necessario per rilanciare la crescita economica. Lo ha detto il vicedirettore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, in un’audizione parlamentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *