Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Archivio » Grande sorpresa, il Nobel per la pace all’Unione Europea

Grande sorpresa, il Nobel per la pace all’Unione Europea

Grande sorpresa, il Nobel per la pace all’Unione Europea

L’Europa ci sta eccome nel circolo dei Grandi (e virtuosi).
Il premio Nobel per la pace 2012 è stato infatti attribuito proprio all’Unione Europea, che “per oltre 60 anni ha contribuito all’avanzamento della pace, della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani in Europa”. Il toto Nobel non accreditava la Ue per l’ambito riconoscimento, ragion per cui la sorpresa e l’entusiasmo negli ambienti comunitari sono stati più intensi e alla fine hanno assunto un significato simbolicamente più alto, in considerazione proprio della crisi economica che sta mettendo a dura prova il livello comunitario.
Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, si è detto “onorato e toccato”, mentre il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, ha affermato che il riconoscimento “è un grande onore per l’intera Unione europea e per tutti i 500 milioni di cittadini Ue di fatto premiati con il Nobel per la pace 2012”.
Il presidente del Comitato norvegese dei Premi Nobel ha così illustrato le motivazioni dell’ambito premio: “L’Unione Europea è attualmente in una fase di gravi difficoltà economiche e forti tensioni sociali”, ma pur in un momento storico così drammatico la Ue è impegnato in grandi sfide culturali e sociali, in primo luogo “la lotta per la pace e la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani. Il ruolo di stabilizzazione svolto dall’Ue ha contribuito a trasformare la maggior parte d’Europa da un continente di guerra a un continente di pace”.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3446

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto