Dom. Set 15th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Grande sorpresa, il Nobel per la pace all’Unione Europea

1 min read
Il riconoscimento non era previsto e premia la grande sfida dell’Ue per la pace tra i popoli

L’Europa ci sta eccome nel circolo dei Grandi (e virtuosi).
Il premio Nobel per la pace 2012 è stato infatti attribuito proprio all’Unione Europea, che “per oltre 60 anni ha contribuito all’avanzamento della pace, della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani in Europa”. Il toto Nobel non accreditava la Ue per l’ambito riconoscimento, ragion per cui la sorpresa e l’entusiasmo negli ambienti comunitari sono stati più intensi e alla fine hanno assunto un significato simbolicamente più alto, in considerazione proprio della crisi economica che sta mettendo a dura prova il livello comunitario.
Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, si è detto “onorato e toccato”, mentre il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, ha affermato che il riconoscimento “è un grande onore per l’intera Unione europea e per tutti i 500 milioni di cittadini Ue di fatto premiati con il Nobel per la pace 2012”.
Il presidente del Comitato norvegese dei Premi Nobel ha così illustrato le motivazioni dell’ambito premio: “L’Unione Europea è attualmente in una fase di gravi difficoltà economiche e forti tensioni sociali”, ma pur in un momento storico così drammatico la Ue è impegnato in grandi sfide culturali e sociali, in primo luogo “la lotta per la pace e la riconciliazione e per la democrazia e i diritti umani. Il ruolo di stabilizzazione svolto dall’Ue ha contribuito a trasformare la maggior parte d’Europa da un continente di guerra a un continente di pace”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *