Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Guarisce a 16 anni dal morbo di Crohn: miracolo della Madonna

2 min read
Si chiama Denise Pucci, ha 16 anni, abita in provincia di Massa-Carrara, ed è stata guarita, dopo anni di cure poco fruttuose e che non hanno portato ad alcun risultato, dal morbo di Crohn, un disturbo cronico di natura autoimmune.

Si chiama Denise Pucci, ha 16 anni, abita in provincia di Massa-Carrara, ed è stata guarita, dopo anni di cure poco fruttuose e che non hanno portato ad alcun risultato, dal morbo di Crohn, un disturbo cronico di natura autoimmune. Per la ragazzina sono risultati inutili i ricoveri in ospedale a Carrara, con l’assunzione di 10 pasticche al giorno, per tentare di bloccare la diarrea cronica che comporta il morbo. La storia di questa giovane donna è davvero particolare: “allontanatasi” dalla sua fede e dalla religione cattolica ha riscoperto i suoi principi religiosi in seguito alla malattia e alla prodigiosa guarigione. «Mi sono avvicinata nuovamente alla fede, andando con mia madre a Medjugorje – ha raccontata Denise Pucci ad Affari Italiani -. Lì ho capito quale fosse la strada da seguire e, ritornata a Carrara, ho iniziato il dialogo spirituale con Don Beppino» ha confidato ancora Denise. Don Beppino è un prete che la aiutata in questa fase, accompagnandola nel suo percorso di fede culminato poi nella guarigione. Un male, frutto di un maleficio, le disse appunto Don Beppino a cui solo la fede avrebbe porre rimedio. Un percorso di preghiera sarebbe culminato, durante lo scorso luglio al ritiro di Pietralba nel bolzanino, nel prodigio della guarigione. «Durante l’invocazione al parroco – ha raccontato la ragazza – è apparsa la Madonna che, vestita da contadina e munita di falce, lo ha rassicurato sul mio benessere. Con quello strumento avrebbe tagliato alle radici il mio male, liberandomi dall’influsso demoniaco». Quella sera stessa, circondata dagli altri fedeli, Denise emise dalla bocca “un liquido bianco”. Qualche giorno dopo stava meglio e la settimana successiva, le analisi cliniche evidenziarono la scomparsa del morbo. Fatto definito “misterioso” dagli stessi medici e che a molti fa gridare al miracolo.

6 thoughts on “Guarisce a 16 anni dal morbo di Crohn: miracolo della Madonna

  1. Io sono credente e malata di morbo di crohn.
    La ragazzina potrà, al massimo, essere entrata in REMISSIONE, visto che dal morbo di Crohn 1) non si guarisce 2) se anche fosse, questo non sarebbe certamente verificabile con “analisi cliniche dopo qualche giorno”.
    Abbiamo già abbastanza difficoltà da affrontare con la nostra malattia, non complicateci le cose sventolando ai quattro venti queste stupidaggini.

    1. Carissima è nostro dovere raccontare le cose che accadono naturalmente verificando le fonti. E’ quello che abbiamo fatto. Sulla veridicità del miracolo non spetta a noi pronunciarci ma, così come abbiamo riportato, la chiesa cattolica sta procedendo per le opportune verifiche del presunto evento straordinario. Ci rendiamo perfettamente conto della perplessità che tale notizia può suscitare e non a caso abbiamo tentato di riportarla con opportuna cautela. I credenti, seppur messi alla prova duramente, come nel caso di chi ci scrive, non possono che trovare però nella fede il conforto e perfino la ragione della propria condizione di dolore. I miracoli sono possibili perché come diceva e scriveva Alexis Carrel, premio Nobel per la medicina che pure si avvicinò con estrema perplessità ai miracoli di Lourdes: “molto ragionamento e poca osservazione conducono all’errore, molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità”. Tanto Carrel lo disse a conclusione di quanto aveva visto e commentò così: “Non dimenticherò mai l’esperienza sconvolgente di quando vidi come una grossa formazione cancerogena sulla mano di un lavoratore si riduceva davanti ai miei occhi ad una piccola cicatrice; non posso capirlo ma non posso dubitare di ciò che ho visto con i miei occhi”. Carrel aveva assistito ad un miracolo a Lourdes con tutti i dubbi dello scienziato. Altri casi, come quello che abbiamo citato, si sarebbero verificati a Medjugorje ed è giusto che la Chiesa attenda ancora per esprimere il suo definitivo giudizio.

      1. scusate, ma se da una cosa non si può guarire, non si può guarire… è vero, il signore fa cose incredibili, ma, non ho mai sentito di nessuno a cui ricresce un braccio, mi rispondereste che anche il signore ha dei limiti, per quanto possa essere bello credere nel miracolo, non stiamo parlando di un tumore o di una cecità o di un qualcosa che è misurabile, questa malattia purtroppo non funziona così.
        Vi chiedo, come mai se vi affidate a dei test medici per confermare le vostre parole, come potete smentire ciò che i medici affermano quando dicono che dal morbo di crohn non si guarisce?

        Mi chiedo perchè la chiesa negli ultimi anni stia facendo di tutto per rovinare la propria immagine agli occhi di chi ha perso la fede, se crede che gridare al miracolo attiri fedeli sappiate che vi sbagliate.

        Lei m.amelia scrive “molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità” quindi dovrei credere che gli llusionisti tagliano le persone in 3 e le ricongiungono? che esistono persone che nelle piazze per pochi euro di elemosina volano su un bastone?
        La ragione mi aiuta a diffidare dai villantatori, come in questo caso

        Io le dico che parlando con degli uomini di fede ho riscoperto di credere fortemente in Dio e Gesù ma, ogni volta che leggo queste cose mi allontano dalla chiesa e da tutta la sua struttura, stampa compresa

        1. Io sono affetto da crohn e dicono che nonon c’e’ cura ok .ma la speranza e la fede del signore nessuno puo’ negarcielai abbiate fede e avrete il miracolo della quiete interiore che manca a tutti noi poi se ce il miracolo grazia sia fatta…mi firmo fresco di crohn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *