I vertici del calcio sono ‘esaltanti’, anzi no…’esilaranti’

I vertici del calcio sono ‘esaltanti’, anzi no…’esilaranti’
di Ernesto Scelza
Ernesto Scelza
Ernesto Scelza

Capita, quando a difendere chi ha pronunciato frasi indifendibili ci si mette chi è indifendibile a sua volta. Così Claudio Lotito si è provato a difendere il presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio Carlo Tavecchio dalle accuse di razzismo, ricordando che il suo pupillo non è razzista, anzi “ha costruito ospedali in Togo, e ha anche adottato dei cosi…”. “Quali ‘cosi?” ha incalzato la giornalista di ‘Announo’. “Tre bambini, ho detto tre bambini” ha specificato Lotito. Di Tavecchio, della sua inadeguatezza a presiedere la Fgci, un organismo potentissimo in Italia, abbiamo detto al tempo della sua elezione. Per la sua uscita sulle squadre italiane che “acquistano gli Obdì Oblà”: “qui fanno titolari quelli che prima mangiavano banane”. E per il suo passato di piccolo democristiano di provincia, che ha accumulato 5 condanne ‘stile tangentopoli’. E per il fatto di non essersi dimesso nemmeno quando la Uefa lo ha diffidato dall’assumere incarichi internazionali. Di Lotito, poi… che dire? Nei giorni in cui abbiamo salutato un grande presidente della Salernitana. Quel don Peppino Soglia che magari sbagliava anche lui i congiuntivi, ma che era cuore e anima della Salerno granata. E che non si sarebbe mai sognato di dire, come il ‘patron’ della Lazio e comproprietario della Salernitana, per sottolineare il grande campionato della squadra biancoceleste “ha fatto un campionato esilarante… anzi no, esaltante”.

Ernesto Scelza

Ernesto Scelza, laureato in Filosofia e docente di Storia, è stato leader del Sessantotto e tra i fondatori del manifesto. È stato esponente della Nuova sinistra negli anni Settanta. Giornalista, è stato redattore del settimanale Dossier Sud diretto da Giò Marrazzo, videdirettore di SalernoseraRadio e SalernoseraTv, collegate a Network nazionali, ha collaborato con Michele Santoro a Raitre. Ha collaborato con Gazzetta di Salerno, diretta da Antonio Bottiglieri. Ha operato nel settore commercio con l’estero al Porto di Salerno, ha diretto il Centro Sociale di Salerno facendone un centro di attività culturali e di iniziative sociali. Eletto consigliere provinciale con il Pds e i Ds, ha retto la delega nel settore della cooperazione internazionale e dell’immigrazione. È stato presidente della Consulta provinciale degli immigrati e delle loro famiglie e responsabile dell’Ufficio Pace della Provincia. Portavoce nazionale di Assopace, membro della Presidenza del Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani e del direttivo nazionale della Tavola della Pace, tra gli organizzatori della Marcia per la pace Perugia-Assisi. Operatore culturale, ha promosso numerose manifestazioni di approfondimento e dibattito politico-culturale. Ha organizzato i Forum internazionali sull’Iraq, l’Afghanistan, il Libano e il Medio Oriente. Ha fatto parte di numerose missioni internazionali di pace in Palestina, Libano, Iraq e nell’Africa sub sahariana. Da anni è impegnato a diffondere tra le giovani generazioni i contenuti e i valori della Costituzione italiana e i fondamenti della storia repubblicana. Ha pubblicato e curato volumi di politica e storia contemporanea e di politica internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *