Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Il bilancio degli enti locali, a Napoli 330 revisori da tutta Italia

Il bilancio degli enti locali, a Napoli 330 revisori da tutta Italia

Il bilancio degli enti locali, a Napoli 330 revisori da tutta Italia
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

NAPOLI – “La figura professionale dei revisore ha sempre avuto grande rilevanza per il bilancio degli enti locali. Il lavoro di questi professionisti deve essere considerato di grande qualità ed estrema utilità per la cittadinanza, siamo dell’idea che un Comune bene amministrato da questo punto di vista porterà grandi benefici alla popolazione”. Lo ha detto Achille Coppola, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli, intervenendo presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino al convegno “Attendibilità del bilancio degli enti locali, il ruolo del revisore”, organizzato dall’Associazione nazionale certificatori e revisori enti locali (ANCREL) con la collaborazione dell’Odcec partenopeo.
“Da Napoli parte il segnale per una nuova modalità di concepire i rapporti tra Corte dei Conti e Revisori”, ha dichiarato Vincenzo Moretta, consigliere segretario dell’Ordine dei commercialisti di Napoli. “È importante che si comprenda che affidarsi alle competenze presenti nel mondo delle professioni, pronte ad operare al fine di creare un circolo sinergico e virtuoso che semplifichi le procedure, è fondamentale”.
Roberto Trivellini, presidente ANCREL Campania, sottolinea: “L’associazione campana è stata in grado di portare a Napoli circa 330 revisori da tutta Italia, ottenendo ampi consensi e lanciando proposte per migliorare la qualità dei servizi offerti alle istituzioni e ai cittadini. Finora il revisore era nominato dal consiglio degli enti stessi, con la nuova legge invece ci sarà la nomina per sorteggio da un elenco gestito dalla prefettura e saranno più liberi di svolgere il loro lavoro senza condizionamenti ed esprimendo tutta la loro professionalità”.
Al convegno hanno partecipato anche i vertici dell’Associazione Commercialisti Campania Nicola Pierini e Antonio D’Addio, componenti  anche della commissione nazionale Enti Pubblici. “Gli enti locali vivono grosse difficoltà a causa dei tagli e si trovano a dover reperire nuove entrate: in questo ambito, il contributo del revisore diventa fondamentale”.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3645

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto