Il Bologna espugna il San Paolo e decreta la Juve campione d’inverno

Il Bologna espugna il San Paolo e decreta la Juve campione d’inverno

A cinque minuti dalla fine della partita arriva la beffa per il Napoli nel posticipo serale contro il Bologna. La sconfitta rimediata oggi dall’undici di Mazzarri brucia: la vittoria del Bologna costringe gli azzurri al primo stop interno della stagione.
La partita si mette subito male per i padroni di casa. Il Napoli è in bambola. Alla squadra di Mazzarri non riescono neppure le giocate più semplici. Ciononostante, con la sola forza di volontà, gli azzurri si avvicinano più di una volta alla porta avversaria, ma l’imprecisione prende sempre il sopravvento. Il Bologna si difende e quando può fa partire il contropiede che mette in difficoltà la retroguardia azzurra. Gli ospiti trovano il gol del vantaggio proprio in una di queste circostanze con Gabbiadini. Poi gli emiliani vanno in gol con Gilardino che colpisce di testa davanti alla porta e insacca. Ma il gol viene annullato per un millimetrico fuorigioco. Sull’altro fronte, quando il Napoli riesce a creare qualche occasione da rete, ci pensa sempre Agliardi a negare il pareggio. Nella ripresa Mazzarri sostituisce Britos con Pandev e passa al 4-2-3-1. Gli azzurri partono a spron battuto e la gara si fa particolarmente intensa. Dopo soli quattro minuti, Gamberini pareggia i conti. Il Napoli attacca alla ricerca della vittoria. Anche i centrocampisti spingono furiosamente ed il Bologna viene sempre più compresso nella propria metà campo. Il pubblico, che nella prima parte della gara aveva mugugnato in più di una circostanza, incita la propria squadra. Si arriva così al 24′ quando dal piede di Insigne parte un traversone decisivo per Cavani che insacca di testa. La partita diventa equilibrata. Il Bologna non ci sta a perdere e comincia ad uscire dalla propria metà campo, dando così la possibilità al Napoli di sfruttare il suo micidiale contropiede. I partenopei, però, nel giro di un quarto d’ora sbagliano sei clamorose occasioni da gol, con Cavani, Maggio, Hamsik e Pandev. Sembra che il destino della partita sia segnato e questi errori ne sono il presupposto. Negli ultimi 5 minuti il Bologna colpisce con un impietoso 1-2, sfruttando le imbarazzanti lacune della difesa partenopea. Prima Kone, con un eurogol, ed infine Portanova, che oggi rientrava dopo una lunga squalifica, mettono al tappeto i padroni di casa. Finisce tra i fischi del pubblico. La Juventus è campione d’inverno con due turni d’anticipo proprio grazie al ko azzurro. La vetta ora si allontana sempre di più per il Napoli.
«Questi giocatori hanno dato tutto anche oggi – ha dichiarato a caldo l’allenatore del Napoli, Walter Mazzarri, ai microfoni di Sky Sport al termine della gara – ma quando si sbaglia tutte queste palle-gol si paga, punto. Tutto il resto non m’interessa. Danno l’anima, ma hanno queste pecche. Non siamo bravi a toglierci questi difetti. Abbiamo avuto la possibilità di chiuderla e strachiuderla e non l’abbiamo fatto. Così perdiamo punti. Non sono stato bravo a farlo capire evidentemente. Si gioca bene, si fa tanto e si raccoglie poco in questo periodo. Speriamo – ha concluso l’allenatore – che queste lezioni ci servano per migliorare in futuro, ma al momento è cosi».

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *