Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Ravello, il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali a Parigi

Ravello, il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali a Parigi

Ravello, il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali a Parigi
Registriamo in questa rubrica le voci e le attività dei nostri contatti senza alcuna mediazione, verificando soltanto la veridicità delle informazioni trasmesseci. Qualche nostro eventuale intervento avrà il solo scopo di garantire una maggiore chiarezza del messaggio.

L’expertise di Ravello nel campo della formazione post-dottorale sul tema del rapporto tra cambiamenti globali e patrimonio culturale in trasferta a Parigi.
Il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, con sede nella Villa Rufolo di Ravello, per festeggiare la 20° edizione dei corsi nel quadro di “Scienze e Materiali del patrimonio culturale” ha organizzato a Parigi dal 10 al 14 settembre 2012, presso il Centro di Ricerca e Restauro dei Monumenti del Museo del Louvre, il corso europeo di post dottorato “Cambiamento globale e rischi per il patrimonio culturale”.
Il corso – inaugurato dal direttore scientifico Roger Lefèvre, già docente all’Université Paris 12, nonché membro del comitato scientifico del Centro di Ravello, da Cristina Sabbioni, del CNR di Bologna-Istituto di Scienze Atmosferiche e del Clima e da Eugenia Apicella, Segretario Generale del Centro – ha visto la partecipazione di 29 studenti provenienti da 9 paesi (Italia, Francia, Inghilterra, Spagna, Bulgaria, Azerbaijan, Repubblica Ceca, Georgia e Armenia) ed è stato animato da un corpo docente, anch’esso internazionale, che rappresenta l’eccellenza accademica sul tema specifico.
Il modulo didattico ha previsto, come di consueto, una parte teorica, con 14 lezioni che hanno affrontato diversi argomenti – dalla climatologia, ai problemi di risorse energetiche, agli aspetti della gestione del patrimonio culturale – ed una parte pratica, con un’esercitazione che ha coinvolto direttamente la classe.
Nella giornata conclusiva è stata organizzata la visita dei laboratori del centro di ricerca e restauro dei monumenti, dove agli studenti è stato mostrato, tra l’altro, l’AGLAE, Acceleratore Gran Louvre di Analisi elementare, l’unico acceleratore elettrostatico di questo tipo ad essere installato in un laboratorio di museo.
L’iniziativa transalpina ha significato un importante riconoscimento per il Centro di Ravello. In fatti, oltre al consueto supporto del Consiglio di Europa, in particolare del programma EUROPA Grandi Rischi, che ha messo a disposizione 20 borse di studio per favorire la partecipazione degli studenti più meritevoli, il corso è stato reso possibile grazie al contributo dell’Università Cergy-Pontoise e del Centro di Ricerca e Restauro dei Monumenti del Louvre.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3627

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto