Il maltempo flagella Veneto e Liguria, Genoa-Napoli si gioca

Il maltempo flagella Veneto e Liguria, Genoa-Napoli si gioca
Foto: skytg24.it

Allerta maltempo in tutto il nord Italia. Allagamenti, frane e smottamenti a Massa e Carrara, dove per la pioggia intensa molte auto sono rimaste bloccate nelle strade trasformate in veri e propri torrenti. A Carrara il sindaco ha invitato gli abitanti a non uscire di casa e a salire ai piani alti delle case. Alcune abitazioni sono state evacuate.
Maltempo anche a Venezia, che si è svegliata con codice rosso per acqua alta. In serata la previsione dell’Istituto Centro Maree del Comune di Venezia prevede una marea astronomica di 90 cm, lunedì mattina sui 105-110 cm.
La situazione più critica in Liguria, dove la Protezione civile ha dichiarato lo stato di allerta 2, il massimo grado previsto, fino alle 12 di oggi. A Genova il sindaco Marco Doria ha ordinato la chiusura nella zona del Fereggiano degli esercizi commerciali, artigianali, ricreativi, sportivi e religiosi ubicati in locali interrati, nonché quelli siti allo stesso livello del piano stradale. Sospesi tutti gli eventi all’aperto nelle aree del torrente Fereggiano e di Sestri Ponente, alcuni mercati, chiusi i cantieri edili ed evacuati diversi alloggi. Accesso vietato, poi, ai cimiteri e ai parchi pubblici, ai sottopassi pedonali a molti impianti sportivi. Problemi anche all’aeroporto di Genova a causa della scarsa visibilità che sta causando dirottamenti.
Solo in tarda mattinata è stato annunciato che la partita di Serie A Genoa – Napoli si giocherà: lo stadio Ferraris ha retto e l’incontro di calcio verrà regolarmente disputato a meno di improvvisi peggioramenti delle condizioni meteorologiche. Lo si apprende da fonti vicine alla società genovese. Il campo appare libero da pozze d’acqua e in buone condizioni. Il drenaggio sembra aver perfettamente funzionato tanto da rendere agibile l’impianto sportivo.
La Protezione civile nazionale ha diramato un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra l’allarme già diffuso nella giornata di venerdì. La perturbazione di origine atlantica nelle prossime ore porterà un flusso di correnti sud-occidentali in quota, umide e instabili, con peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni nord-occidentali e sulla Toscana, in graduale estensione al resto del settentrione e successivamente, nella giornata di domenica, a Lazio ed Umbria. Forti venti di scirocco nei bassi strati soffieranno inoltre su gran parte delle regioni italiane.
Continuerà a piovere nel nord Italia e da stasera arriverà anche il forte vento con raffiche di burrasca, su Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana in estensione a Lazio, Campania, Sicilia e Puglia. Dalla mattinata di oggi le precipitazioni dovrebbero estendersi, anche a carattere di rovescio, su Umbria e Lazio. Temperature in aumento in gran parte del Paese nonostante il maltempo, con massime al di sopra della norma soprattutto in Sicilia dove si sfioreranno anche i 30 gradi.

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *