Il Muro di Berlino crollò 23 anni fa. E nacque un nuovo mondo

Il Muro di Berlino crollò 23 anni fa. E nacque un nuovo mondo
Foto: tg24.sky.it

Ricorre oggi il ventitreesimo anniversario dalla caduta del muro di Berlino. “Da stasera la frontiera è aperta” annunciò il leader del partito comunista tedesco, Gunter Schabowsky, il 9 novembre 1989, dando il via allo smantellamento del muro di Berlino, il principale simbolo della Guerra Fredda fatto costruire nel 1961 dal regime di Walter Ulbricht.
In occasione del ventitreesimo anniversario dalla caduta del muro (data in Italia caduta inspiegabilmente nel dimenticatoio), Google apre al pubblico una nuova serie di mostre virtuali dal titolo “La Fine della Cortina di Ferro”. Si tratta di tredici percorsi espositivi inediti e relativi ad alcuni eventi che hanno segnato la storia di Germania, Polonia e Romania, ora visibili on line dal sito del Google Cultural Institute, grazie alla collaborazione avviata con storici, musei e archivi. Vari i curatori indipendenti che hanno contribuito al progetto mettendo a disposizione la loro esperienza sul tema. La Guerra Fredda, Solidarnosc, le emozioni del giorno della caduta del muro: tutto è raccontato attraverso foto, video e documenti selezionati e accessibili on line.
I percorsi espositivi, inediti, raccontano gli eventi che hanno cambiato la storia di Germania, Polonia, Romania e segnato il destino dell’Europa intera, attraverso le grandi svolte epocali e i piccoli eventi della vita quotidiana. Si va dalla mostra che racconta la nascita e l’evoluzione del sindacato indipendente dei lavoratori polacco guidato da Lech Walesa, allo storico che spiega l’impatto del Muro sulla vita di tutti i giorni dei berlinesi.
Il progetto nelle intenzioni di Google ha l’ambizione non solo di preservare memoria culturale di eventi storici ma anche di fornire materiali didattici a scuole e studenti.

Barruggi

Un pensiero su “Il Muro di Berlino crollò 23 anni fa. E nacque un nuovo mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *