Mer. Giu 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Nomine Rai, il napoletano Mario Orfeo direttore del Tg1

2 min read
Giancarlo Leone alla direzione di Rai1, Angelo Teodoli di Rai2 e Andrea Vianello di Rai3

 Mario Orfeo (nella foto) è il nuovo direttore del Tg1 senza unanimità. Il nome di Orfeo, proposto dal direttore generale Rai Luigi Gubitosi, non è stato votato da tutti i componenti del CdA RAI; la nomina è passata a maggioranza. Cinque voti a favore della proposta e quattro voti contrari. Hanno votato contro: Todini, Pilati, Colombo e Tobagi.
Orfeo – attuale direttore de “Il Messaggero”, in passato già direttore del Tg2 – sostituisce Alberto Maccari, il cui contratto con l’azienda di viale Mazzini scade il prossimo 31 dicembre. Non è escluso tuttavia, nonostante il CdA Rai abbia deciso che i nuovi direttori siano operativi dal 1° gennaio, che il contratto con Maccari venga rescisso prima senza alcuna penale per la Rai, come era stato concordato lo scorso gennaio quando a Maccari – in pensione da inizio 2012 – era stato proposto il contratto da direttore della testata ammiraglia con durata limitata, per l’appunto fino al 31 dicembre 2012.
Napoletano, 46 anni, Orfeo inizia – giovanissimo – la sua carriera a Il Giornale di Napoli. Si trasferisce a Repubblica per poi diventare nel 2002, all’età di 30 anni, direttore de Il Mattino. Tra il 2009 e il 2011 è stato alla guida del Tg2 in seguito a nomina da parte del direttore Mauro Masi.
Il Consiglio di Amministrazione della Rai di oggi ha anche nominato Marcello Ciannamea direttore Palinsesto Rai, in sostituzione di Angelo Teodoli, nominato nuovo direttore di Rai2.
Giancarlo Leone va alla direzione di Rai1 e Andrea Vianello a quella di Rai3. Il Cda ha anche deciso per la cancellazione della Direzione Rai Intrattenimento – finora affidata a Leone: a partire dal 1° gennaio le attività e il personale della direzione sarà redistribuito all’interno delle singole Reti, ripristinando così la situazione antecedente alla nascita della Direzione Intrattenimento che aveva competenze trasversali in merito all’attività e alla programmazione delle reti generaliste.
Il Cda ha espresso ringraziamenti ai direttori uscenti delle tre reti generaliste – Mauro Mazza, Pasquale D’Alessandro e Antonio Di Bella – e al direttore uscente del Tg1, Maccari, per il lavoro svolto.
Non ha ottenuto via libera il nuovo Regolamento dei lavori consiliari da parte del Cda di viale Mazzini, argomento di cui si era parlato tra l’altro due giorni fa nel corso dell’audizione in commissione di Vigilanza del direttore generale e del presidente Rai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *