Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Il Napoli è l’anti-Juve: vince a Cagliari ed è a -2 dal primato

Il Napoli è l’anti-Juve: vince a Cagliari ed è a -2 dal primato

Il Napoli è l’anti-Juve: vince a Cagliari ed è a -2 dal primato

Senza Cavani, il Napoli vince lo stesso. È questa la prima considerazione che viene da fare subito dopo la conclusione della partita di Cagliari. Vince il Napoli di stretta misura ma la vittoria non fa una grinza perché la squadra di Mazzarri ha disputato la sua onesta partita, senza strafare; alla fine ha vinto grazie a una vera prodezza di Hamsik, bravo a infilarsi nella linea difensiva avversaria, sul filo del fuorigioco, e ad infilare la porta dell’incolpevole portiere cagliaritano.
La gara non è mai decollata su alti livelli tecnici, ma è stata combattuta fin dai primi minuti di gioco. Ha tenuto di più il pallino del gioco il Cagliari, com’era d’altra parte prevedibile, ma il Napoli ha ribattuto colpo su colpo spingendosi in avanti con l’insolita coppia di attacco Hamsik-Insigne. Proprio quest’ultimo, spesso servito male dai compagni di centrocampo con palloni alti, dopo venti minuti di gioco è andato ad un passo dalla segnatura; ha vinto due contrasti di seguito al limite dell’area e ha cercato la porta di precisione con effetto a rientrare. Il pallone, ben indirizzato, ha terminato la sua corsa sul palo e ha poi attraversato tutto lo specchio della porta senza che qualche compagno potesse intervenire per il tap-in.
Nel secondo tempo, con il Cagliari vanamente proteso in attacco e con una difesa che ha avuto in Britos e Cannavale due autentici punti di forza, il Napoli è apparso più quadrato e meglio disposto. L’ingresso di Vargas al posto di Dzemaili ha restituito innanzitutto Hamsik al suo ruolo naturale di centrocampista avanzato. E la squadra ha cominciato ad essere più propositiva in fase di impostazione del gioco. Lo stesso Hamsik ha potuto sfruttare meglio le sue caratteristiche e non è un caso che il gol vittoria porti la sua firma; infatti quando il calciatore si inserisce a sorpresa nella linea di difesa avversaria riesce sempre a dare il meglio del suo repertorio.
Buon Napoli, dunque e squadra che si porta a -2 dalla Juventus. Adesso però ci sarà bisogno di continuità e del miglior Cavani per coltivare sogni proibiti. Dalla partita di oggi viene fuori una squadra molto compatta, brava a chiudere tutti gli spazi agli avversari di turno e a ripartire con veloci contropiede. Insigne ha fatto tutto quello che era possibile fare in una gara in cui ha dovuto fare reparto da solo. Per giunta i compagni non sempre lo hanno servito palla a terra come lui ama. Spesso palloni alti provenienti dalle retrovie lo hanno messo in condizione di inferiorità nei confronti dei difensori isolani. Ma il calciatore cresce di giorno in giorno e si vede che ha bisogno di giocare per esprimersi al meglio. Mazzarri a questo punto del campionato avrà intuito che non è più tempo di tentennamenti e già dai prossimi impegni sicuramente farà giocare il gioiellino Insigne al fianco di Cavani.
Nella seconda partita della serata, invece, l’Inter stecca in trasferta contro il Parma e si vede sorpassare in classifica proprio dal Napoli che, a questo punto, è la seconda forza del campionato alle spalle della Juventus.
La squadra di Ramaccioni, reduce dalla sconfitta con l’Atalanta e dal pareggio con il Cagliari, ancora una volta – proprio quando dovrebbe innestare la marcia superiore per avvicinarsi alla vetta della classifica – non riesce a confermare la sua bontà di squadra adusa ad alti traguardi.
Il Parma contiene bene le sfuriate offensive degli interisti e poi quando mancano buoni venti minuti alla fine addirittura va in gol con una rete spettacolare del giovane Sansone. Il centrocampista parmense parte da centrocampo, prende di infilata tutta la difesa interista che ondeggia senza contrastarlo; arrivato al limite dell’area, scocca un gran tiro rasoterra che si infila nell’angolo alla destra di Handanovic.
Gran bel gol e gran bella vittoria per gli uomini di Donadoni.
(n.r.)

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto