Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Archivio » Il Napoli non sa più vincere: 0-0 con l’Udinese. Vetta a -6

Il Napoli non sa più vincere: 0-0 con l’Udinese. Vetta a -6

Il Napoli non sa più vincere: 0-0 con l’Udinese. Vetta a -6

mazzarriwalter_cdn.blogosfere.itIl Napoli non riesce più a vincere. Contro l’Udinese, allo stadio “Friuli”, ancora una volta, nonostante una grande supremazia territoriale, la squadra di Mazzarri non è riuscita ad andare al di là di uno squallido zero a zero. Così la Juventus, capolista solitaria, in virtù della vittoria in splendida scioltezza conseguita ieri contro il Siena, porta a sei lunghezze il vantaggio in classifica proprio sul Napoli.
Sei punti di svantaggio possono essere molti, ma potrebbero in linea puramente teorica anche essere colmati. Il campionato è ancora tutto da giocare, è vero; ma preoccupa l’andamento incerto della squadra azzurra nelle ultime giornate. Proprio quando la Juventus ha perduto qualche colpo (vedi la sconfitta con la Roma, e la battuta d’arresto con il Genoa) il Napoli non ha saputo approfittarne. È proprio la mancanza di continuità nei risultati che deve preoccupare tutto l’ambiente napoletano, proiettato con la fantasia verso alti traguardi. Una squadra che non riesce a spiccare il volo, evidentemente, ha più di un problema che la frena mantenendola al secondo posto della graduatoria.
La Juventus, quindi, al momento è la lepre solitaria del campionato. A Napoli si era pensato in grande nelle settimane scorse. Quando la Juve venne sconfitta dalla Roma ed i punti di distacco si ridussero, ci fu subito chi guardò alla scontro diretto che si terrà a Napoli nella prossima settimana come ad una gara decisiva per la lotta al vertice. “Vinciamo e ci mettiamo a pari punti” – pensò più d’uno semplicisticamente, guardando solo ai numeri. Conti fatti senza l’oste; fatti cioè senza la Juventus, brava a riprendersi e a macinare il solito gioco e il solito cammino schiacciasassi. Ma conti fatti anche senza il Napoli che non riesce da un po’ di tempo a questa parte a concretizzare la sua enorme mole di gioco. Nelle ultime tre partite con Lazio, Sampdoria ed Udinese, la squadra di Mazzarri ha totalizzato tre pareggi. Troppo poco per una squadra che ambisce a traguardi di altissima classifica. Quando le vittorie scarseggiano, in un campionato che assegna tre punti per ogni vittoria, non si può pretendere di volare alto. Potrebbe trattarsi solo un periodo di magra, ma c’è di che preoccuparsi soprattutto quando il traguardo cui si aspira sembra allontanarsi sempre di più. La vetta è ancora a porta di mano, è vero; venerdì prossimo c’è lo scontro diretto con la Juventus con il San Paolo che verosimilmente sarà pieno in ogni ordine di posti. Ma per sognare ancora, oltre all’auspicabile vittoria contro i bianconeri, ci sarà poi bisogno di continuità. Continuità che è mancata nei momenti cruciali del campionato.
(n. r.)

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3583

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto