Home
Tu sei qui: Home » Blog/Inchiesta » Il Pd a Salerno non fa votare Avagliano, amico di Parisi

Il Pd a Salerno non fa votare Avagliano, amico di Parisi

Il Pd a Salerno non fa votare Avagliano, amico di Parisi
di Mario Amelia

Il “mail bombing”, l’invio di 128.733 mail ad opera del sito www.votodomenica.it, e il pesante scontro tra bersaniani e renziani sulle regole del voto ha determinato una discrasia tra le richieste di votare al ballottaggio al secondo turno e le domande accolte dai coordinamenti provinciali. Secondo dati forniti soprattutto dai comitati del sindaco a Napoli su 1084 richieste ne sono state accolte 84. Vittima di tutto questo è anche Lucio Avagliano, illustre democratico campano, amico di Arturo Parisi e Romano Prodi, ex collaboratore e compagno di studi dell’ex premier, autori di testi e manuali, professore dell’Università di Salerno ed ex preside della Facoltà di Scienze Politiche del campus di Fisciano. Il professore non è andato a votare domenica scorsa per ragioni di salute, vorrebbe farlo domani, per il secondo turno tra Bersani e Renzi, ha fatto domanda ma non ha ottenuto alcuna risposta. La sua idea sulle regole delle primarie, su quanto accaduto, sulla “deriva” del Pd è chiara.
Professore, perché non andrà a votare domani al secondo turno?
Ci proverò ma non ho ancora ottenuto risposta, ed in questo momento non posso controllare. Ma ho sentito che ci sono state tante difficoltà per tutte le domande che sono arrivate e la cosa non mi convince.
Perché non la convince?
Se una persona ha avuto un problema temporaneo, come è accaduto a me, non capisco perché non sia ammesso a votare domani. È una cosa poco democratica e mi lascia una butta impressione.
Perché non è andato domenica scorsa? Si sapeva che sarebbe finito così…
Non sono andato per banali problemi di salute. Ma ho presentato richiesta per poter votare e non mi è arrivata finora alcuna risposta. Adesso non posso controllare e quindi valuterò domani
Pensa che sia un problema personale?
Assolutamente no, personalmente non posso dire nulla. Ma è una operazione che non mi convince. Non mi piace che ci sia questo scontro, che ci sia paura nel partito, non è un fatto personale assolutamente.
Me lo dica, per chi avrebbe votato? Avrebbe seguito Parisi o Prodi?
Sono stato amico di Arturo Parisi, ho fatto parte dell’Asinello raccogliendo circa 20mila voti. Con Prodi siamo stati compagni di studi. Avrei votato per Renzi come Parisi, mentre Romano vota per Bersani. Ma io penso che questo non c’entri, ognuno vota come gli pare. Il mio problema è che finora non ho avuto risposta alla richiesta di partecipare al secondo turno, né posso controllare. Mi sembra strano. A questo punto non mi pare proprio una dimostrazione di serietà. Anche per quanto è accaduto agli altri, sentendo che c’è questo rifiuto di far votare parecchie persone mi pare una manifestazione di debolezza.
Questo la lascia più perplesso o meravigliato?
Mi lascia perplesso perché non mi piace questa uscita che chiuderebbe il segretario nel recinto dei Ds. E la cosa non mi meraviglia perché il Pds è stato sempre così, questo è un retaggio del Pci che si sono portati appresso. Se vogliono comportarsi così, se vogliono chiudersi in un recinto lo facciano loro.
E secondo lei chi vince?
Vince Bersani, perché c’è l’organizzazione. Anche Prodi vota Bersani, ma lì c’è in ballo la Presidenza della Repubblica. Romano è pro Ds perché loro sono organizzati. Queste manovre però fanno capire che c’è una chiusura storica della sinistra. Il ragionamento che ha fatto Matteo Renzi mi ha convinto. Renzi ha intuito e capito, e conosce la storia della sinistra. Del resto non è mai andata al potere…
Però il suo amico Romano Prodi è diventato presidente del consiglio del centrosinistra e ha sdoganato la sinistra…
E si è vista quanta gratitudine hanno avuto. Lo hanno mandato via due volte.
Allora le auguro di riuscire ad andare domani a votare…
Grazie, se è possibile io vado lo stesso.


m.amelia@iconfronti.it

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1291

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto