Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Il prefetto di Napoli “si pente” e ora vuole incontrare don Patriciello

Il prefetto di Napoli “si pente” e ora vuole incontrare don Patriciello

Il prefetto di Napoli “si pente” e ora vuole incontrare don Patriciello

Foto: agi.it

Il Prefetto di Napoli vuole incontrare don Maurizio Patriciello.
De Martino – il prefetto che un video girato con un cellulare mostra arrabbiarsi nei confronti del prete ambientalista, reo di essersi rivolto con un semplice “signora” a un prefetto donna – sta provando a mettersi in contatto con il sacerdote per proporgli un incontro chiarificatore.
Venuto a conoscenza della lettera che don Patriciello gli ha indirizzato, il prefetto di Napoli pare abbia intenzione di chiarire con il parroco che non aveva alcun proposito di impedirgli di parlare, tant’è che era stato egli stesso a volere fortemente estendere il tavolo sulla lotta ai roghi alla partecipazione dei comitati dei cittadini e di don Patriciello, conoscendo il contributo che avrebbe potuto apportare alla discussione.
Il sacerdote ribadisce: «Anche io sono pronto ad incontrare il prefetto e a stringergli la mano. Mi dispiace per tanto clamore. Ora bisognerà continuare a lavorare insieme, come finora fatto».
Ricordiamo che la vicenda è nata nel corso di una riunione a Napoli – a cui hanno partecipato sindaci, forze dell’ordine, esponenti di comitati e rappresentanti istituzionali – sull’emergenza dei roghi tossici di rifiuti nel napoletano e nei comuni del Casertano. Nell’occasione, don Maurizio Patriciello si è rivolto al prefetto di Caserta, Carmela Pagano, chiamandola semplicemente “signora” anziché “signor prefetto” ma è stato prontamente ripreso dal prefetto di Napoli, Andrea De Martino.
La vicenda non è passata inosservata e il filmato è finito in rete, scatenando il dibattito virtuale che si è esteso dai blog, dai siti di informazione ai social network.

Gli articoli sulla vicenda

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto