Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » Archivio » L’ampliamento della Salerno-Avellino diventa realtà

L’ampliamento della Salerno-Avellino diventa realtà

L’ampliamento della Salerno-Avellino diventa realtà

Un nuovo incontro sulla questione dell’allargamento e della messa in sicurezza della Salerno-Avellino è in programma per il 9 gennaio prossimo. Ad annunciare la convocazione dell’incontro da parte della Prefettura di Salerno è il segretario provinciale della Feneal-Uil Luigi Ciancio.
Il prossimo 9 gennaio, dunque, dovrebbe essere ufficializzato il cronoprogramma con cui il tanto atteso ammodernamento dovrebbe diventare realtà.
«L’incontro servirà principalmente a sbloccare un’opera indispensabile per il territorio» – annuncia Ciancio che spiega come nel precedente incontro svoltosi alla presenza anche dell’Anas, le parti in causa si siano date appuntamento per pensare all’aspetto pratico della questione, con la definizione di un programma di lavoro e date certe.
«Tengo a precisare – spiega Ciancio – che sul cosiddetto Corridoio 1 Berlino-Palermo sono stati stanziati 59 miliardi di euro che sono stati tutti spesi e impegnati al Nord. A sud di Bologna di questi soldi non è stato speso un centesimo».
E allora come si fa con la Salerno-Avellino?
«Per l’ampliamento e per la messa in sicurezza di questa strada – spiega Ciancio – sono stati già stanziati 123 milioni di euro. Ne servono solo altri 123. Il progetto c’è; bisogna solo attuarlo».
Ma è lo stesso progetto che tempo fa prevedeva il pedaggio sulla strada?
«Governo e Anas devono rendersi conto che non è il caso di inserire il pedaggio su quella strada. Non foss’altro perché quell’arteria la percorrono ogni giorno 50mila giovani che si recano all’Università».
Ma quindi, secondo lei, il 9 gennaio potremo avere delle date certe per quello che riguarda i lavori sulla Salerno-Avellino?
«Dovremmo avere un cronoprogramma e quindi potremmo cominciare a pensare agli aspetti pratici della questione. Siamo stati convocati dalla Prefettura. Quindi possiamo dire che riprendono gli incontri a tutti gli effetti per sbloccare quest’opera fondamentale. Nei giorni scorsi hanno anche annunciato che entro il 2013 sarà completata tutta la Salerno-Reggio Calabria. Per noi è impossibile che tutto ciò avvenga senza la messa in sicurezza della Salerno-Avellino che rappresenta ad oggi un’importantissima arteria che per canale di traffico interessa direttamente proprio la Salerno-Reggio Calabria».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto