Home
Tu sei qui: Home » Archivio » Indagine del Cdr sul giallo dei dati di vendita di Repubblica

Indagine del Cdr sul giallo dei dati di vendita di Repubblica

Indagine del Cdr sul giallo dei dati di vendita di Repubblica

Può accadere che i dati di vendita dei giornali siano molto incerti e vari, specie in questi tempi di crollo verticale dei consensi: un po’ dipende dal narcisismo residuale delle testate che, nel periodo peggiore della crisi dal dopoguerra ad oggi, tentano di dare un’aggiustatina alla situazione e di non far apparire la gravità della congiuntura. E così è accaduto che il 5 ottobre scorso Repubblica, diretta da Ezio Mauro (foto), abbia rivelato al pubblico di aver venduto 12mila copie più del Corriere della Sera. Lo rivela il sito sempre ben informato di Franco Abruzzo. I dati a sostegno della notizia sono quelli Ads, forniti e amplificati dalla stessa azienda editoriale. Si dà il caso, però, che l’editore di Repubblica negli stessi giorni abbia confessato al Cdr (comitato di redazione) una perdita di 50mila copie in agosto. “Un’auto-smentita clamorosa” commenta Abruzzo. Il Comitato di redazione, a questo punto, ha chiesto di vederci chiaro e pretenderà una spiegazione ufficiale dall’azienda: c’è stato il sorpasso al Corriere oppure Repubblica perde molto più di quanto non si sappia in giro? Ma il Cdr, che è il sindacato interno dei giornalisti, non si limiterà alla spiegazione ufficiale dell’editore, infatti ha avviato uno studio sui bilanci pubblici del Gruppo Espresso: dei risultati saranno informati al più presto tutti i giornalisti del quotidiano. Lo studio verterà sugli organici del Gruppo, sulla situazione dell’Agenzia del Gruppo, l’Agl, su Velvet, sullo stato di salute non proprio ottimale, a quanto sembra, delle redazioni locali e sui costi e i riscontri del nuovo sistema editoriale.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 3627

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto