Italia battuta dalla Francia (1-2): non basta El Shaarawy

Italia battuta dalla Francia (1-2): non basta El Shaarawy

L’Italia perde in amichevole contro la Francia a Parma. A conti fatti, quella contro la Francia è la quinta amichevole consecutiva in cui la Nazionale finisce ko.
Quella del “Tardini” è l’ultima partita del 2012 per l’Italia di Prandelli che non ha proprio chiuso nel migliore dei modi l’anno, uscendo battuta per 1-2 dalla Francia di Deschamps.
L’Italia passa in vantaggio a dieci minuti dalla fine del primo tempo: Montolivo recupera il pallone a centrocampo, serve Balotelli che di prima intenzione tocca ancora per il milanista; il lancio in profondità è per El Shaarawy (foto) che realizza di destro con Lloris in uscita. Neanche il tempo di pensare alla rete realizzata e al 37′, dopo appena due minuti, la Francia pareggia i conti: Valbuena si libera sulla fascia di Verratti e Barzagli e, con un destro a girare, insacca nel sette alla sinistra di Sirigu.
Al 22′ della ripresa la terza rete della partita: Menez supera Florenzi e serve al centro Evra, il tocco del difensore del Manchester United è preciso per Gomis che, sul palo opposto, non deve fare altro che depositare in rete.
“Non meritavamo di perdere, però era giusto provare: la prossima volta ci faremo trovare pronti. Non dobbiamo speculare sul risultato: io sono rimasto soddisfatto”
Prandelli ha usato queste parole per commentare la gara, subito dopo il match ai microfoni di RaiSport. Il ct azzurro non si dichiara deluso per la prestazione della sua squadra: ”Abbiamo fatto cose buone. Era la prima volta che provavamo il 4-3-3, e certi movimenti non potevano ancora avere grande efficacia. Ma la squadra è stata in campo con ordine, abbiamo onorato l’impegno e il pubblico si è divertito: ci ha accolto con grande affetto, e l’abbiamo ripagato”.
Come è andata la coppia Balotelli-El Shaarawy? ”Hanno fatto bene – risponde il ct – sono due punte con caratteristiche diverse, e io ripeto che sono soddisfatto”. In futuro sarà possibile vedere insieme Verratti e Pirlo? ”Se ci sarà qualche amichevole in più potrò fare esperimenti – dice Prandelli – ma dobbiamo pensare alle qualificazioni mondiali”.

Barruggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *