Lun. Ago 19th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

Champions, la Juve frena: 1-1 con lo Shakthar

2 min read
Caso Conte, fallita la conciliazione. In settimana il lodo per l'allenatore

Juventus e Shakhtar Donetsk 1-1 nel secondo turno della fase a gironi di Champions League (gruppo E). Shakhtar in vantaggio con Teixeira al 23′, pareggio bianconero con Bonucci due minuti dopo.
I riflettori dello Juventus Stadium si sono accesi questa sera per la prima volta su una gara di calcio europeo. Esordio al nuovo stadio per la Signora del calcio italiano contro lo Shaktar, compagine ucraina allenata da una vecchia conoscenza del calcio italiano, Mircea Lucescu.
Giornata importante per la Juve, partita a parte. A mezzogiorno si è riunito il Tnas (Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport) per esaminare l’istanza dell’allenatore bianconero, Antonio Conte, contro i dieci mesi di squalifica che gli sono stati inflitti dalla giustizia sportiva per omessa denuncia nell’ambito dell’ultimo capitolo di calciopoli. Dopo un passaggio obbligatorio per il tentativo di conciliazione fallito, si passa alla discussione e entro il 7 ottobre dovrebbe essere emesso il lodo, cioè la sentenza del collegio arbitrale. La sentenza potrebbe slittare qualora il Tnas decidesse di ammettere le prove testimoniali che sono state richieste dagli avvocati di Conte e da quelli della Figc
Le ipotesi sulla decisione dell’arbitrato sono varie, ma pare più probabile lo sconto della squalifica. Si parla di una riduzione da 10 a 6 mesi di squalifica. Per il fine settimana dovrebbero emergere ulteriori novità.
L’ultima partita in casa in Champions League della Juventus risale all’8 dicembre 2009 contro il Bayern Monaco, quando la squadra tedesca sconfisse la Juventus per 4-1.
Fortino inespugnato da oltre un anno, lo Juventus Stadium vuole cominciare a gioire anche in Europa. Proprio a cominciare dallo Shakhtar Donetsk, squadra ucraina di tutto rispetto.
Il tecnico dello Shakhtar alla vigilia della gara contro i bianconeri pare aver messo le mani avanti, dichiarando alla stampa: “Pirlo merita il Pallone d’Oro e la Juve è la prima squadra in Europa”.
“Pirlo – ha dichiarato Lucescu – lo conosco bene da quando l’ho fatto esordire a quindici anni e mezzo nel torneo anglo-italiano e poi siamo rimasti in contatto e l’ho ritrovato quando ho allenato l’Inter. Sono convinto che per tutto quello che ha fatto, merita il Pallone d’Oro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *