Mar. Giu 18th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

La A è ricominciata nel segno della Juve e dei sospetti

3 min read
Il conto alla rovescia è terminato. E’ iniziato il campionato di serie A 2012-2013 ed è già tutto uguale alla fine dello scorso campionato. Juventus superfavorita, per la “vecchia signora” però ci sono problemi dalla squalifica di dieci mesi al tecnico Antonio Conte per il calcioscommesse. L’atmosfera di festa in casa Juventus per il successo sul Parma nell’anticipo è stata guastata anche da una brutta notizia che proviene dall’infermeria. L’infortunio di Lucio è più grave del previsto: il difensore brasiliano ex Inter, che si era fermato nell’ultimo allenamento prima del match contro gli emiliani per una distorsione alla caviglia destra, si è sottoposto a una risonanza b che ha evidenziato la lesione completa del legamento peroneo-astragalico anteriore. La Juve non ha comunicato i tempi di recupero, ma per il 34enne brasiliano si prospetta uno stop forzato di tre-quattro mesi. Una tegola per la squadra di Conte e Carrera: considerato che anche Caceres sarà indisponibile per un altro mese e che Chiellini sta ancora smaltendo l’infortunio rimediato agli Europei con la Nazionale azzurra, non è da escludere che la Juventus torni sul mercato per acquistare un altro difensore centrale. I nomi più gettonati sembrano quelli di Salvatore Bocchetti del Rubin Kazan e di Marco Andreolli del Chievo. Dopo un'estate di cessioni shock, malumori dei tifosi e mosse di mercato all’insegna del risparmio, riparte il campionato del nuovo Milan. I rossoneri di Allegri, secondi lo scorso anno dietro l’invincibile Juventus di Conte, debuttano a San Siro contro la neopromossa Sampdoria (calcio d'inizio alle 18) e devono subito rispondere ai bianconeri, vittoriosi 2-0 all’esordio contro il Parma ieri sera nell’anticipo. Partiti Ibrahimovic, Thiago Silva e Cassano, e dato l’addio ai senatori, il Milan si presenta al via con tantissime novità. Su tutte quella di Giampaolo Pazzini, schierato al centro dell’attacco con Robinho e Boateng a supporto. A centrocampo maglie da titolare per Montolivo, Nocerino e Flamini. In difesa, causa indisponibilità di Abate, sulla destra giocherà De Sciglio; a sinistra ci sarà Antonini, in mezzo Allegri senza intenzionato ad affidarsi alla coppia Zapata-Bonera. A San Siro arriva una Sampdoria con il morale alle stelle dopo il prestigioso successo di lunedì al Camp Nou contro il Barcellona nel trofeo Gamper. Ferrara sogna il colpo grosso a Milano, ma deve fare i conti con qualche assenza: in attacco Pozzi è squalificato, mentre Maxi Lopez difficilmente verrà schierato perché ancora alle prese con i postumi di una lombalgia. In dubbio anche Juan Antonio, il tecnico blucerchiato dovrebbe affidarsi a Eder e Icardi. Dopo gli anticipi di ieri con i successi della Fiorentina sull'Udinese e della Juventus sul Parma, e dopo la sfida delle 18 tra Milan e Sampdoria, il quadro della prima giornata di Serie A 2012-2013 si completerà stasera con le altre sette partite. L’Inter di Stramaccioni fa il suo debutto sul campo del neopromosso Pescara: i nerazzurri devono fare i conti con l’assenza di Palacio (squalificato) e Maicon (nemmeno convocato e ormai con le valigie in mano). Antonio Cassano, protagonista alla vigilia di un’esplosiva conferenza stampa di presentazione ad Appiano Gentile, dovrebbe partire dalla panchina e trovare spazio nella ripresa. Grande attesa anche per il ritorno di Zdenek Zeman sulla panchina della Roma: i giallorossi ospitano il Catania all’Olimpico e si affidano al tridente d’attacco Lamela-Osvaldo-Totti (il neo acquisto Destro è squalificato). Riflettori puntati anche sul Napoli, che in campionato cerca di ritrovare serenità dopo la burrascosa finale di Supercoppa a Pechino contro la Juventus. La squadra di Mazzarri, priva di Pandev, Zuniga e Dossena squalificati, è di scena a Palermo. Completano il quadro della giornata Atalanta-Lazio, Genoa-Cagliari, Siena-Torino e Chievo-Bologna.

Il conto alla rovescia è terminato. E’ iniziato il campionato di serie A 2012-2013 ed è già tutto uguale alla fine dello scorso campionato. Juventus superfavorita, per la “vecchia signora” però ci sono problemi dalla squalifica di dieci mesi al tecnico Antonio Conte per il calcioscommesse. E poi c’è la solita questione dei gol fantasma assegnati alla squadra bianconera e del rigore che non andava dato. Soliti favoritismi? O sviste arbitrali? L’atmosfera di festa in casa Juventus per il successo sul Parma nell’anticipo è stata guastata anche da una brutta notizia che proviene dall’infermeria. L’infortunio di Lucio è più grave del previsto: il difensore brasiliano ex Inter, che si era fermato nell’ultimo allenamento prima del match contro gli emiliani per una distorsione alla caviglia destra, si è sottoposto a una risonanza b che ha evidenziato la lesione completa del legamento peroneo-astragalico anteriore. La Juve non ha comunicato i tempi di recupero, ma per il 34enne brasiliano si prospetta uno stop forzato di tre-quattro mesi. Una tegola per la squadra di Conte e Carrera: considerato che anche Caceres sarà indisponibile per un altro mese e che Chiellini sta ancora smaltendo l’infortunio rimediato agli Europei con la Nazionale azzurra, non è da escludere che la Juventus torni sul mercato per acquistare un altro difensore centrale. I nomi più gettonati sembrano quelli di Salvatore Bocchetti del Rubin Kazan e di Marco Andreolli del Chievo. Dopo un’estate di cessioni shock, malumori dei tifosi e mosse di mercato all’insegna del risparmio, riparte il campionato del nuovo Milan. I rossoneri di Allegri, secondi lo scorso anno dietro l’invincibile Juventus di Conte, debuttano a San Siro contro la neopromossa Sampdoria (calcio d’inizio alle 18) e devono subito rispondere ai bianconeri, vittoriosi 2-0 all’esordio contro il Parma ieri sera nell’anticipo. Partiti Ibrahimovic, Thiago Silva e Cassano, e dato l’addio ai senatori, il Milan si presenta al via con tantissime novità. Su tutte quella di Giampaolo Pazzini, schierato al centro dell’attacco con Robinho e Boateng a supporto. A centrocampo maglie da titolare per Montolivo, Nocerino e Flamini. In difesa, causa indisponibilità di Abate, sulla destra giocherà De Sciglio; a sinistra ci sarà Antonini, in mezzo Allegri senza intenzionato ad affidarsi alla coppia Zapata-Bonera. A San Siro arriva una Sampdoria con il morale alle stelle dopo il prestigioso successo di lunedì al Camp Nou contro il Barcellona nel trofeo Gamper. Ferrara sogna il colpo grosso a Milano, ma deve fare i conti con qualche assenza: in attacco Pozzi è squalificato, mentre Maxi Lopez difficilmente verrà schierato perché ancora alle prese con i postumi di una lombalgia. In dubbio anche Juan Antonio, il tecnico blucerchiato dovrebbe affidarsi a Eder e Icardi. Dopo gli anticipi di ieri con i successi della Fiorentina sull’Udinese e della Juventus sul Parma, e dopo la sfida delle 18 tra Milan e Sampdoria, il quadro della prima giornata di Serie A 2012-2013 si completerà stasera con le altre sette partite. L’Inter di Stramaccioni fa il suo debutto sul campo del neopromosso Pescara: i nerazzurri devono fare i conti con l’assenza di Palacio (squalificato) e Maicon (nemmeno convocato e ormai con le valigie in mano). Antonio Cassano, protagonista alla vigilia di un’esplosiva conferenza stampa di presentazione ad Appiano Gentile, dovrebbe partire dalla panchina e trovare spazio nella ripresa. Grande attesa anche per il ritorno di Zdenek Zeman sulla panchina della Roma: i giallorossi ospitano il Catania all’Olimpico e si affidano al tridente d’attacco Lamela-Osvaldo-Totti (il neo acquisto Destro è squalificato). Riflettori puntati anche sul Napoli, che in campionato cerca di ritrovare serenità dopo la burrascosa finale di Supercoppa a Pechino contro la Juventus. La squadra di Mazzarri, priva di Pandev, Zuniga e Dossena squalificati, è di scena a Palermo. Completano il quadro della giornata Atalanta-Lazio, Genoa-Cagliari, Siena-Torino e Chievo-Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *