Dom. Lug 21st, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

La Campania in fiamme, record di roghi nel Salernitano

2 min read
Giornata nera per la Campania dilaniata da decine di incendi divampati in ogni dove. Difficile la situazione soprattutto in Costiera Amalfitana con roghi a Positano, Amalfi, Vietri sul Mare A causa dell’incendio a Vietri, in località Molina, anche se riaperto il tratto dell’A3, Cava de’ Tirreni-Salerno, secondo l’Anas si registrano ancora rallentamenti al chilometro 49. Resta invece ancora interdetto il traffico ferroviario nel tratto che va da Salerno a Nocera Inferiore proprio a causa dell’incendio verificatosi ieri sera a Vietri. Le Ferrovie dello Stato hanno però assicurato un servizio bus in sostituzione dei treni. Anche Salerno è stata interessata da un incendio che, secondo il Corpo Forestale (sez. Campania), si sta sviluppando nelle vicinanze di una zona abitata, proprio come sta accadendo ad Amalfi. Problemi anche nel Cilento, sempre in provincia di Salerno. All’alba di oggi, martedì, ha preso fuoco la collina di fronte la stazione di Policastro Bussentino, mentre in queste ore sta bruciando Sapri, Prignano e San Giovanni a Piro. In questo caso le fiamme, altissime, stanno lambendo le abitazioni vicine. Nel beneventano, invece, brucia Faicchio e nel casertano, la zona di San Leucio dove stanno intervenendo un mezzo nazionale e uno regionale.

(MeteoWeb) Giornata nera per la Campania dilaniata da decine di incendi divampati in ogni dove. Difficile la situazione soprattutto in Costiera Amalfitana con roghi a Positano, Amalfi, Vietri sul Mare A causa dell’incendio a Vietri, in località Molina, anche se riaperto il tratto dell’A3, Cava de’ Tirreni-Salerno, secondo l’Anas si registrano ancora rallentamenti al chilometro 49. Resta invece ancora interdetto il traffico ferroviario nel tratto che va da Salerno a Nocera Inferiore proprio a causa dell’incendio verificatosi ieri sera a Vietri. Le Ferrovie dello Stato hanno però assicurato un servizio bus in sostituzione dei treni. Anche Salerno è stata interessata da un incendio che, secondo il Corpo Forestale (sez. Campania), si sta sviluppando nelle vicinanze di una zona abitata, proprio come sta accadendo ad Amalfi. Problemi anche nel Cilento, sempre in provincia di Salerno. All’alba di oggi, martedì, ha preso fuoco la collina di fronte la stazione di Policastro Bussentino, mentre in queste ore sta bruciando Sapri, Prignano e San Giovanni a Piro. In questo caso le fiamme, altissime, stanno lambendo le abitazioni vicine. Nel beneventano, invece, brucia Faicchio e nel casertano, la zona di San Leucio dove stanno intervenendo un mezzo nazionale e uno regionale.
Da questa mattina fiamme in Costiera amalfitana. I principali roghi, che hanno portato alla distruzione di diversi ettari di vegetazione, riguardano Vico Equense e Positano, ma anche Agerola e Sant’Antonio Abate nel Napoletano. Attualmente, ha informato Vito Amendolara, consigliere per l’Agricoltura del presidente della Regione, Stefano Caldoro, sono 40 i lavoratori forestali, divisi in 10 squadre, che sono al lavoro sui due versanti di Napoli e Salerno per domare gli incendi sviluppatisi in zona. “D’intesa con il Corpo Forestale dello Stato siamo rapidamente intervenuti e speriamo quanto prima di spegnere il fuoco – ha aggiunto – Sul posto sono impegnati anche 4 elicotteri regionali, di cui 3 sul lato napoletano, e 1 Canadair, che abbiamo chiesto alla Protezione civile nazionale. La tempestività negli interventi, ancora una volta, ci consentirà di evitare danni ben più gravi. È per questo che – ha concluso Amendolara – siamo la regione con meno superfici boscate bruciate rispetto ad altre”.

[divide]

Incendi in Campania, la Regione elimina 200 avvistatori. È giusto?

Incendio killer in Campania, un morto e due feriti nella Valle di Lauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *