La coppa della “Champion” esposta al Comune di Milano

La coppa della “Champion” esposta al Comune di Milano
di Romolo Amicarella
Romolo Amicarella
Romolo Amicarella

Siamo orami alla vigilia del magico appuntamento con la partita finale della 61° edizione della Champions League coinvolgendo in questo indimenticabile momento sportivo anche la città di Milano, perché l’ultima gara che designerà la squadra vincitrice del prestigioso torneo si giocherà nello stadio “Giuseppe Meazza” di San Siro il 28 maggio. Nei giorni scorsi Villar Llona, primo vice presidente dell’Uefa, nel corso di una cerimonia svoltasi a Nyon, in Svizzera, alla presenza del presidente della FIGC Carlo Tavecchio e dell’ex calciatore Dejan Stankovic, ha consegnato la Coppa al sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il quale ha deciso di esporla nella sala Alessi, all’interno del palazzo municipale di Milano, in piazza della Scala, in modo che tutti gli sportivi milanesi possano vederla ed ammirarla da vicino.

Il trofeo resterà in mostra fino a domenica 24 aprile e, successivamente, proprio in previsione dell’imminente prestigiosa gara calcistica, l’amministrazione comunale di Milano ha organizzato una serie di eventi dedicati all’UEFA dal 26 al 29 aprile per evidenziare alcuni luoghi simbolo della città: dal percorso da piazza Duomo al Castello, dove le vecchie glorie del calcio mondiale si esibiranno in un campo di gioco speciale alla grande serata finale alla Scala con tutti gli ospiti UEFA e aperta ai bambini delle associazioni sportive cittadine.

“Per Milano è un grande onore ospitare la finale della Champions League nello stadio di San Siro, caro ai tifosi milanesi, noto agli sportivi di tutto il mondo e rinnovato per questo importante appuntamento – ha detto il sindaco di Milano Giuliano Pisapia in occasione della consegna della Coppa da parte del rappresentante UEFA – La città è pronta ad ospitare un altro grande evento internazionale che attirerà decine di migliaia di persone. Tifosi e turisti che verranno a visitare una capitale della cultura europea sempre attraente e ai primi posti nelle classifiche del turismo. Tali eventi complementari alla Finale nei luoghi simbolo di Milano – ha proseguito Pisapia- contribuiranno a rendere indimenticabile questa edizione della Champions per la Uefa, i suoi ospiti e i tifosi. Saranno giorni di emozioni e allegria. Ma soprattutto sono certo – ha concluso – le squadre finaliste regaleranno a milioni di tifosi collegati da tutto il mondo uno spettacolo di altissimo livello. Vinca il migliore.”

“Milano ha l’onore di ospitare questa prestigiosa gara e la speranza era di poter vedere tra le due squadre finaliste una formazione italiana – ha commentato l’indimenticabile ex telecronista della RAI Bruno Pizzul – Purtroppo ciò non è avvenuto anche se la Juve ha mostrato fino all’ultimo di poter ben figurare tra le compagini migliori europee. La scelta di Milano per lo svolgimento della finalissima della Champions è un segno di quanto lo stadio di San Siro rappresenti il simbolo del calcio non solo europeo ma mondiale. L’auspicio è di poter assistere ad una bella sfida in campo – ha concluso Pizzul – e, fuori dello stadio, tutto si svolga pacificamente e con ordine e, infine, che Milano si mostri all’altezza di ospitare una partita di rilevanza internazionale. “

 

In copertina, la consegna della Coppa al sindaco di Milano Pisapia per l’esposizione

 

 

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *