Mer. Lug 17th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

La Minetti non molla la poltrona per amore di Berlusconi

1 min read
«Dopo l’estate ho scelto di restare per gli stessi motivi che mi hanno fatto avvicinare alla politica: l’ammirazione per le idee di libertà di Silvio Berlusconi. Non mi arrendo alle prime difficoltà: gli ostacoli mi motivano a essere più forte e tenace. Quindi per ora non mollo». A dirlo, in un’intervista al settimanale “Diva e Donna” in edicola domani, è la consigliera lombarda del Pdl, Nicole Minetti, che sembra così chiudere la discussione sulle sue dimissioni avviata all'inizio dell’estate. Nei giorni scorsi la Consigliera Regionale della Lombardia Nicole Minetti ha anche smentito la sua partecipazione in veste di attrice in un film pornografico. A giugno l’indiscrezione sulla Minetti, indagata con Emilio Fede e Lele Mora per favoreggiamento della prostituzione, era uscita su una rivista, ora è un comunicato con dichiarazioni attribuite a Riccardo Schicchi, che precisa subito di non saperne assolutamente niente, ad annunciare l’inizio delle riprese a settembre. Appena la notizia ha iniziato ad avere risonanza, la Minetti l’ha smentita minacciando querele. Quindi la consigliera regionale conferma intenzione manifestata ad agosto di tornare al lavoro in consiglio regionale, nonostante le polemiche sull’ipotesi di sue dimissioni, caldeggiate anche dai vertici del Pdl.

«Dopo l’estate ho scelto di restare per gli stessi motivi che mi hanno fatto avvicinare alla politica: l’ammirazione per le idee di libertà di Silvio Berlusconi. Non mi arrendo alle prime difficoltà: gli ostacoli mi motivano a essere più forte e tenace. Quindi per ora non mollo». A dirlo, in un’intervista al settimanale “Diva e Donna” in edicola domani, è la consigliera lombarda del Pdl, Nicole Minetti (foto), che sembra così chiudere la discussione sulle sue dimissioni avviata all’inizio dell’estate. Nei giorni scorsi la Consigliera Regionale della Lombardia Nicole Minetti ha anche smentito la sua partecipazione in veste di attrice in un film pornografico. A giugno l’indiscrezione sulla Minetti, indagata con Emilio Fede e Lele Mora per favoreggiamento della prostituzione, era uscita su una rivista, ora è un comunicato con dichiarazioni attribuite a Riccardo Schicchi, che precisa subito di non saperne assolutamente niente, ad annunciare l’inizio delle riprese a settembre. Appena la notizia ha iniziato ad avere risonanza, la Minetti l’ha smentita minacciando querele. Quindi la consigliera regionale conferma intenzione manifestata ad agosto di tornare al lavoro in consiglio regionale, nonostante le polemiche sull’ipotesi di sue dimissioni, caldeggiate anche dai vertici del Pdl.

1 thought on “La Minetti non molla la poltrona per amore di Berlusconi

  1. Complimenti alla Minetti per la scelta coraggiosa e la tenace resistenza alle pressioni interne e esterne che l’avrebbero voluta vedere dimissionaria. Credo tuttavia che la sua resistenza sia più che altro determinata dalla consapevolezza che, finito il mandato attuale, difficilmente avrà una chance ulteriore per seguitare a fare politica. E, dunque, meglio prendere tutto il possibile finché si può, visto che ormai la politica è ridotta a strumento di sistemazione o miglioramento della precedente sistemazione economica per chi riesce a entrarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *