La Regione Campania rischia di restituire 4 miliardi di euro all’Europa

Domani, giovedì, Consiglio Regionale della Campania monotematico, su richiesta del Pd, sulle gravi colpe della Regione Campania per il mancato utilizzo dei Fondi europei. In un manifesto il Partito Democratico della Campania evidenzia il dato che la Campania è ultima per la spesa dei predetti Fondi, in particolare il 16,07 per cento per il Fondo Sociale Europeo e il 14,2 per cento per il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. La Basilicata è al 39,7%, la Calabria al 28. Cifre da fame per la Regione Campania, cifre che le agenzie diffondono proprio mentre il presidente della Regione Caldoro (foto), nello studio di Vespa su Raiuno, molto timidamente, accenna alle spese tagliate da parte della sua gestione, nell’ambito di una razionalizzazione che gli sprechi del dopo-Bassolino avrebbe imposto. Purtroppo, non basta tagliare, gli ricorda il Pd. “Manca il lavoro, le imprese chiudono, i giovani emigrano. E la Regione cosa fa? Nulla”. Secondo il Pd “i fondi per aiutare l’economia ci sono, ma sono bloccati per l’incapacità del centrodestra”. Ma c’è un grosso rischio che si addensa sul futuro a causa dell’immobilismo senza precedenti della giunta Caldoro: “Se le risorse non saranno spese entro l’anno prossimo, la Campania dovrà restituire all’Europa 4 miliardi di euro. Un fatto senza precedenti”. Da qui, l’appello del Pd al presidente Caldoro di svegliarsi e di smetterla con le promesse e gli sprechi. “Bisogna attivare i bandi per le imprese, aprire i cantieri, finanziare le opportunità di lavoro e dare ossigeno ai Comuni”. L’allarme del Pd, che su questo tema ha ottenuto il Consiglio straordinario di oggi, è stato lanciato anche in direzione del governo centrale e dell’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *