Dom. Giu 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

La rinnovata attesa del settembre che verrà

2 min read
di Luigi Zampoli
di Luigi Zampoli

©Photo. R.M.N. / R.-G. OjŽda

Cosa accadrà a settembre? Le cose cambieranno? Miglioreranno?
In questi giorni infuocati d’agosto, sotto l’ombrellone si cerca un po’ di refrigerio anche pensando al momento della “ripresa” delle attività, le nostre personali attività e quelle “generali” legate ai destini collettivi.
È tempo di propositi ed i propositi non possono che essere virtuosi, positivi, scaturiscono dalla nostre dose innata di speranza, ottimismo e fiducia in ciò che rappresenta l’immediato avvenire. Si pensa ad un nuovo inizio, ad una frattura tra il tempo trascorso e quello che verrà, antidoto e medicina alle difficoltà del presente; si tratta di spostare un po’ più in là il momento della riscossa, sperando che coincida con quei venti favorevoli che attendiamo da ormai troppo tempo.
Da più parti si paventa il rischio di un autunno caldo, denso di tensioni e scontri politici e sociali; nulla di nuovo, è sempre stato così, in estate l’autunno fa sempre paura.
Ma non settembre! No, quello è il nono mese, il mese della “nuova vita” in tutti i sensi… al bando i cattivi pensieri, è lì, in quel nono foglio del calendario, che proiettiamo tutte le nostre speranze.
La psicologia individuale sfocia, a volte, in quella delle masse, i nostri auspici si mischiano e si confondono con quelli della moltitudine e di un intero Paese. Mai pensare che il ritorno della quotidianità, dopo il periodo delle ferie estive, possa essere uguale a quello degli anni trascorsi; a settembre si deve cambiare, tutto o qualcosa, poi il tempo dirà se in meglio o in peggio, o magari che nulla è in realtà cambiato.
È il mese delle nostre piccole e grandi svolte, degli “inizierò…”, dei “cambierò…”, ed agosto è il periodo in cui ciò inizia a maturare, il tempo delle premesse; e mentre il nostro corpo, ad agosto, sfiancato dal caldo, cerca sollievo tra un tuffo e l’altro, i sovrappensieri ci portano già ad una nuova vita, al fresco di settembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *