Mar. Lug 16th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

La Spagna stronca i sogni azzurri, se Monti fosse rimasto a Roma…

2 min read
L'incantesimo si è spezzato, l'Italia si è dovuta inchinare alla straordinaria orchestra spagnola (4-0). Si pensava che anche stavolta il 44 fosse il numero magico per interrompere una serie negativa. Nel 1982 gli azzurri di Bearzot vinsero il mondiale in Spagna 44 anni dopo l’ultima impresa della formidabile nazionale di Vittorio Pozzo, stupenda protagonista delle rassegne del 1934 e del 1938. Esattamente 44 anni fa l'Italia aveva vinto l'ultimo ed unico titolo europeo. Aveva approfittato del fattore campo: due finali al Roma contro la Jugoslavia (la prima finì in parità, all'epoca si usava giocare una seconda gara) consegnarono il trionfo continentale.
di Enzo Casciello

L’incantesimo si è spezzato, l’Italia si è dovuta inchinare alla straordinaria orchestra spagnola (4-0). Si pensava che anche stavolta il 44 fosse il numero magico per interrompere una serie negativa.
Nel 1982 gli azzurri di Bearzot vinsero il mondiale in Spagna 44 anni dopo l’ultima impresa della formidabile nazionale di Vittorio Pozzo, stupenda protagonista delle rassegne del 1934 e del 1938. Esattamente 44 anni fa l’Italia aveva vinto l’ultimo ed unico titolo europeo. Aveva approfittato del fattore campo: due finali al Roma contro la Jugoslavia (la prima finì in parità, all’epoca si usava giocare una seconda gara) consegnarono il trionfo continentale.
Questa volta, nella fredda Kiev, l’atmosfera è apparsa subito molto diversa. La nostra squadra è stata spesso surclassata dalla luccicante mista Barcellona-Real Madrid che forma una delle rappresentative nazionali forse più forte di tutti i tempi. L’abilità nel palleggio delle Furie Rosse ha irretito la residua spinta d’orgoglio dei nostri ragazzi, mortificati oltre misura anche a causa delle imperfette condizioni fisiche di alcuni uomini.
Ma l’Italia va comunque elogiata nonostante il netto punteggio con cui è stata sconfitta. Ha perduto contro una squadra che negli ultimi quattro anni ha vinto due titoli europei ed uno mondiale. In pratica la Spagna è l’assoluta dominatrice della scena planetaria. Secondo consolidato costume tutto italiano ora si aprirà qualche processo. Sul banco degli imputati dovrà andarci qualcuno altrimenti che Repubblica del pallone saremmo? Io comincerei a metterci Mario Monti, ma non per avversione politica. Ha portato male, la vena scaramantica non va mai smentita. E pensare che qualche tempo fa voleva fermare la serie A per due anni.
Si fosse fermato lui a Roma forse sarebbe andata meglio.

2 thoughts on “La Spagna stronca i sogni azzurri, se Monti fosse rimasto a Roma…

  1. La foto di Balotelli con gli occhi ardenti rossi di SANGUE e le LACRIME che scendevano, con a fianco la foto sorridente di Mario Monti,
    A voi la conclusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *