Home
Tu sei qui: Home » Archivio » La terra trema sul Pollino, notte di paura al sud Italia

La terra trema sul Pollino, notte di paura al sud Italia

La terra trema sul Pollino, notte di paura al sud Italia

Tanta paura, case e ospedale evacuato e una vittima, un 84enne deceduto per infarto. É il bilancio della forte scossa di terremoto – magnitudo 5.3 – registrata alle 1.05 della notte con epicentro sul Pollino. I comuni più vicini all’epicentro sono Mormanno, Laino Borgo e Laino Castello in provincia di Cosenza, e Rotonda in provincia di Potenza. La scossa, registrata a una profondità di 6,3 chilometri è stata avvertita distintamente in tutto il Sud Italia e nel salernitano.
Nessun danno è segnalato al momento in Basilicata e Campania. In Calabria la situazione più critica è quella di Mormanno (Cosenza), dove è stato evacuato l’ospedale che ospitava alcune decine di pazienti. I degenti più gravi sono stati trasferiti nei nosocomi del comprensorio; pochi quelli dimessi, mentre la maggior parte ha trovato sistemazione nelle tende allestite dai soccorritori. Un anziano è morto a Scalea per lo spavento provocato dal terremoto che ha fatto tremare tutto il sud Italia.
Molte le case danneggiate da lesioni e crepe mentre risulta inagibile la chiesa madre del paese.
Chiuse le scuole per la giornata odierna nei centri maggiormente colpiti dalla scossa.
Nei centri più colpiti sono intervenuti forze dell’ordine, Protezione civile, vigili del fuoco e volontari. Dopo il terremoto di magnitudo 5 sono state registrate una ventina di scosse di assestamento, la più forte di magnitudo 3.3.
Da oltre due anni l’area del Pollino è interessata da uno sciame sismico che ha registrato oltre 2.200 scosse. Quella dell’1.05 di stanotte è stata la più forte; oltre 2.000 sono state di magnitudo minore di 2 gradi della scala Richter, quasi 200 di magnitudo tra 2 e 3, sei di magnitudo tra 3 e 4, una di magnitudo pari a 4.3.
Intanto il capo della protezione civile, Franco Gabrielli, arriverà in mattinata a Mormanno per fare il punto della situazione dopo il terremoto della scorsa notte. Gabrielli incontrerà l’unità di crisi che è stata costituita per seguire gli sviluppi della situazione e si recherà nell’ospedale di Mormanno che è stato evacuato per i danni subiti a causa del sisma.

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 733

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto