Lun. Giu 24th, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

La vittoria di Obama utile per il rilancio dell’Europa

2 min read
L’obiettivo della ripresa economica e della crescita determinanti per il successo
di Vincenzo Pascale (da NY City)

Barack Obama è stato rieletto presidente degli Stati Uniti d’America. Sarà il 44mo Presidente dell’Unione. Obama ha vinto sullo sfidante Romney con circa due milioni di voti ed ha ampiamente superato la quota di 270 voti elettorali (arrivando a quota 303). Decisivo è stato l’Ohio, da sempre considerato stato chiave per assegnare la vittoria presidenziale. La geografia politica dei votanti ha visto Obama prevalere nelle grandi areee urbane, mentre Romney ha vinto nelle aree rurali. La differenza è stata fatta dal voto ispanico. Il 75% ha votato per Obama. Una vittoria assolutamente importante per la sua rielezione. La capacità politica di Obama e dei democratici è stata quella di parlare ai gruppi emergenti della nazione a coloro che andranno a costituire la nuova classe media tra qualche anno, a differenza del partito repubblicano che ha concentrato il suo messaggio politico sul vecchio establishment e sul voto dei cristiano fondamentalisti. Quest’ultima strategia non ha pagato. L’economia ha fatto la differenza. Gli americani si aspettano una ripresa economica e la ricomparsa di una nuova capacità di tornare a crescere. Il messaggio di Obama in questa direzione è stato chiaro. Senza una solida classe media non ci potrà essere crescita economica. Inoltre è stato anche chiaro il messaggio di riportare l’industria manifatturiera negli Stati Uniti. La delocalizzazione ha impoverito il Paese. Ora Obama ha davanti quattro anni per attuare il suo messaggio. Saranno anni che ispireranno non solo la crescita degli Stati Uniti d’America ma anche il rilancio dell’economia europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *