Home
Tu sei qui: Home » Archivio » L’Aquila, pesanti condanne per la Commissione Grandi Rischi

L’Aquila, pesanti condanne per la Commissione Grandi Rischi

L’Aquila, pesanti condanne per la Commissione Grandi Rischi

Sei anni di reclusione per tutti gli imputati. È questa la condanna inflitta dal giudice unico Marco Billi ai componenti della Commissione Grandi Rischi, in carica nel 2009, che avrebbero rassicurato gli aquilani circa l’improbabilità di una forte scossa sismica che invece si verificò alle 3.32 del 6 aprile 2009. L’accusa aveva chiesto quattro anni per i sette imputati ma a conclusione di 4 ore di Camera di consiglio il giudice unico Marco Billi ha emesso la sentenza: i membri della Commissione avrebbero fornito false informazioni circa l’improbabilità della forte scossa di terremoto, a L’Aquila, che causò la morte di 309 persone. Il giudice ha ritenuto tutti colpevoli di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. A Franco Barberi, Enzo Boschi, Mauro Dolce, Bernardo De Bernardinis, Giulio Selvaggi, Claudio Eva e Gianmichele Calvi sono state concesse le attenuanti generiche. Oltre alla condanna a sei anni, sono stati condannati anche all’interdizione perpetua dai pubblici uffici.
«Una sentenza sbalorditiva e incomprensibile, in diritto e nella valutazione dei fatti». Così l’avvocato Marcello Petrelli, difensore del professor Franco Barberi, ha commentato. «Una sentenza che – ha aggiunto – non potrà che essere oggetto di profonda riforma in appello». «Questa sentenza avrà grosse ripercussioni sull’apparato della pubblica amministrazione. Nessuno farà più niente», ha detto l’avvocato Filippo Dinacci, difensore dell’ex vicecapo della Protezione civile e attuale presidente dell’Ispra, Bernardo De Bernardinis. Quest’ultimo ha spiegato: «Mi ritengo innocente di fronte a Dio e agli uomini. La mia vita da domani cambierà, ma se saranno dimostrate le mie responsabilità in tutti i gradi di giudizio – ha aggiunto – le accetterò fino in fondo».

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 1306

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto