Le bugie di Berlusconi parlano d’Europa, il nulla di Grillo deprime

Le bugie di Berlusconi parlano d’Europa, il nulla di Grillo deprime

Grillusconi-680x473Poteva riuscirci solo lui, e infatti c’è riuscito. Solo lui poteva costruire il Fiscal Compact in Europa, votarlo, approvarlo fin nei suoi dettagli e poi chiedere di non rispettarlo pochi mesi dopo.

Sì, è Silvio Berlusconi, l’unico che riesce ad avere ancora la faccia per prenderci in giro. Enrico Letta e il resto del centro sinistra italiano lo fanno altrettanto, ma con minor creatività e maggior coerenza, dato che ancora recitano come un mantra che i vincoli europei saranno comunque rispettati e che l’unico modo per uscire dalla crisi è quello di abbinare rigore e crescita.

Il  paradosso della giornata è che dobbiamo ringraziare Silvio Berlusconi perché almeno ci permette di parlare di politica. Berlusconi almeno oggi sta facendo discutere l’Italia dell’unica cosa seria che conta in questo momento, il rispetto o meno dei vincoli europei.
Beppe Grillo e il suo movimento che erano i naturali candidati per porre questa questione sono stati succhiati vivi dalla loro stessa logica mediatica, e ora si trovano a parlare di idiozie mentre il paese schianta.

Così mentre oggi i grillini si divertivano a fare processi in diretta streaming l’unica cosa seria e condivisibile  è arrivata sulle prime pagine dalla bocca di Silvio Berlusconi:” i parametri europei non vanno rispettati, tanto mica ci cacciano”.

Domani come al solito Berlusconi dirà che la sua era una battuta, che magari non è stato capito dalla stampa ma il dato che emerge rimane tutto in piedi ed è inquietante. Sì, fa male riconoscerlo, ma siamo arrivati al punto di dover ringraziare Silvio Berlusconi.

 

(www.controlacrisi.org)

Andrea Manzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *