Letta, le ragioni di una debolezza

Letta, le ragioni di una debolezza
di Ernesto Scelza

Ad un primo sguardo appare davvero disperato il tentativo del premier Letta di rilanciare l’azione del Governo e di conservarne la leadership. Il Decreto legge ‘Destinazione Italia’, al di là del nome impegnativo, appare un insieme debole di provvedimenti che non hanno davvero il carattere di un organico nuovo programma riformatore. In grado – come si dice – di traghettare il Governo Letta non solo al 2015, dopo l’ormai mitico semestre italiano della presidenza Ue, ma addirittura alla fine della legislatura. Alcuni suoi articoli, poi, sono davvero scandalosi. Come quello sui siti inquinati, che verrebbero dichiarati di interessi nazionale e affidati, con fondi pubblici, alle stesse imprese inquinatrici perché li mettano ‘in sicurezza’. È probabile che l’articolo venga stralciato e affrontato con una legge ad hoc. Che significa: non se ne farà niente. Così come già stralciato e quindi rinviato a chissà quando il provvedimento sulle Rcauto, che avrebbe dovuto riequilibrare il costo delle assicurazioni sul territorio nazionale. I cittadini campani lo attendevano, ma le società di assicurazione no: ditemi voi chi vincerà.

Intanto Renzi, che già aveva affermato che a lui ma non all’Italia converrebbero le elezioni subito, si è detto contrario all’entrata di suoi – nel senso di renziani – al Governo, ha lasciato aperto uno spiraglio per una sua possibile sostituzione dell’amico-nemico Letta a Palazzo Chigi. E così Letta è sempre più debole, mentre l’attacco congiunto dei berlusconiani e dei mivimento5stelle alla figura e al ruolo del capo dello Stato, indebolisce – in ogni caso – anche il suo primo sponsor: Giorgio Napolitano.

Si profila uno scenario in cui il Pd apparirà come il principale responsabile dell’impasse istituzionale e della inerzia dell’azione di governo. Uno scenario da elezioni in vista. Uno scenario da sconfitta certa.

(I Confronti – Cronache del Salernitano)

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *