Mar. Lug 23rd, 2019

I Confronti

Inserto di SalernoSera

L’Europa vuole Monti: si candidi a guida dei moderati

2 min read
La richiesta è del Ppe nel corso del vertice a Bruxelles a cui il premier ha partecipato a sorpresa

Anche l’Europa fa pressing su Mario Monti. Accade al vertice del partito popolare europeo a Bruxelles. Il premier è apparso oggi a sorpresa al vertice in programma a Bruxelles. A quanto pare la gran parte del gruppo Ppe all’Europarlamento, il premier olandese, e Angela Merkel (che poi in serata ha smentito) avrebbero espressamente chiesto al professore di guidare il gruppo di moderati alle prossime elezioni.
Intanto anche Silvio Berlusconi rinnova a Monti l’invito a candidarsi, dicendosi pronto a fare un passo indietro.
All’uscita dall’Académie Royale de Belgique, tradizionale sede della riunione che precede il Consiglio europeo, Berlusconi si è intrattenuto coi giornalisti: «Ho ricordato al Ppe di aver chiesto a Mario Monti di essere il riferimento per il Pdl nonostante questo crei qualche problema con la Lega». Monti accetterà? «Chi vivrà vedrà», ha tagliato corto il Cavaliere.
Il presidente del Consiglio Monti ha detto di aver spiegato i motivi delle sue dimissioni anticipate. In realtà, quasi nessuno era stato avvertito della partecipazione di Monti alla riunione di leader e capi di governo del Ppe.
«Al suo ingresso nella sala del pre-vertice c’è stato uno shock totale, è stato un vero e proprio coup de théâtre», ha rivelato una fonte del Ppe riportata dalle agenzie. Il premier, pur essendo un cattolico moderato, non è iscritto al Ppe, e se si esclude il suo intervento da «padrone di casa» alla riunione di Fiesole, non aveva mai fino ad oggi partecipato a riunioni ufficiali della formazione europea.
Entrando al summit Ue anche il presidente francese Francois Hollande ha avuto parole di elogio per il professore: “Monti è l’uomo che ha consentito all’Italia di rialzarsi e di riprendere un ruolo chiave, e ha fatto sì che l’Italia sia rispettata” ha detto per poi sancire le sue parole con una lunga stretta di mano al premier italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *