L’ex cinema Diana diventi “Il teatro di Leo”

L’ex cinema Diana diventi “Il teatro di Leo”
di Pasquale De Cristofaro
Foto: lucastano.it
Foto: lucastano.it

Ho saputo da fonti certe che riprenderanno i lavori nella sala dell’ex-cinema Diana. È una buona notizia. L’ex-sala a “luci rosse” dovrebbe diventare un piccolo teatro d’arte, gestito dal Circuito Teatrale Campano. La sala in questione andrebbe ad affiancare il Teatro Verdi promuovendo una programmazione parallela e votata alla ricerca e alla sperimentazione. Proprio per tale motivo, azzardo un desiderio. Vedere che tale sala, una volta completata, sia intitolata a Leo De Berardinis (foto). Un artista grandissimo che tanto ha dato al nuovo teatro italiano e che per qualche stagione, complice l’università, Achille Mango e Ciccio Coda, ha svolto anche nella nostra città un’intensa attività di promozione di un teatro di ricerca. Il sindaco De Luca, più volte, a ridosso della tragica morte dell’artista, aveva promesso iniziative per ricordarne il suo prezioso lavoro; purtroppo, tutto è rimasto sulla carta. Dopo un po’, anche su Leo è sceso un silenzio imbarazzante. Così nel teatro italiano, dove la memoria diventa sempre più corta; così a Salerno. De Luca, successivamente, non ha più riparlato della cosa e tutto è finito in uno sterile ed evanescente chiacchiericcio. Ora, si presenta un’occasione che non è possibile mancare. Qualcuno vicino al “principe” gli ricordi le sue dichiarazioni rese all’epoca e lo convinca a dedicargli questa sala che si sta realizzando. Tutti noi che amiamo il teatro gliene saremmo grati. “Il teatro di Leo”, uno spazio-atelier, una casa, per giovani attori, drammaturghi, registi, e tutti coloro che in qualche modo vogliono che il teatro continui ad essere uno spazio di civiltà.

redazioneIconfronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *