Home
Il blog de IConfronti utilizza cookie di servizio e di analisi. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Più informazioni.
Tu sei qui: Home » In evidenza » Lezioni di economia

Lezioni di economia

Lezioni di economia
di Nicoletta Tancredi

mamma_bimbaMi sa mi sa che è arrivato il momento di spiegare a Paola il valore del denaro.
Non che l’argomento mi piaccia, sia ben chiaro. Anzi lo trovo molto spoetizzante.
Ritengo che porsi il problema del “quanto” segni la fine dell’infanzia. L’età in cui puoi pensare che ogni cosa sia tua, purché ti piaccia.
Ma la necessità si è fatta impellente per diversi episodi.
Innanzitutto c’è da considerare che lei dei soldi, con tanto di salvadanaio “fai-da-te”, li possiede. Glieli dà il papà, ogni volta che mette a posto i giochi in cameretta.
Per lui, è l’occasione di alleggerirsi le tasche dei centesimi.
Per la piccola, un premio di cui non conosce bene il valore.
E a riprova del fatto che non lo conosce, c’è tutta la sua arrabbiatura quando il papà le ha cambiato tutte le monetine, raccolte nel tempo, con una sola banconota da cinque euro.
Paola si è sentita derubata: “Io gli ho dato tantissimi soldi e lui uno solo!”
Al che ho cercato di spiegarle che ogni moneta o banconota ha un valore e bla bla bla, ma niente: Paola dimostra di non conoscere ancora il valore del denaro.
E l’ulteriore conferma è arrivata quando mi ha detto: “Mamma, visto che ho cinque euro, vorrei comprare due regali per le mie amiche!”
“Bene, Paola – le ho risposto io, pensando a cosa poter comprare con 2,50 euro – e dove vorresti comprarli?”
“In gioielleria – mi ha risposto pronta – voglio che siano due regali speciali! Solo che ho un problema … Sai quando fai la spesa, tu paghi e ti danno dei soldi…”
“Sì, il resto, Paola!”
“Ecco io non so cosa comprare col resto!”
A questo punto mi è venuto da sorridere tale è la sua ingenuità.
E ho cercato di darle qualche rudimento di economia, il minimo indispensabile per una bambina di sei anni, ma niente da fare, Paola sembra proprio non capire.
Così la sto invogliando a riordinare la stanza, con l’obiettivo di farle guadagnare 15 euro, il prezzo della sua bambola preferita.
Forse solo con l’esperienza sul campo, si renderà conto del valore del denaro.
Anche se, devo essere sincera, qualcosa mi pare che l’abbia capita, perché stasera a tavola mi ha detto: “Mamma, vorrei fare un regalo a Sandra, con i soldi tuoi (enfatizzando con la voce “tuoi”), però, perché i miei mi servono per comprare la bambola!”

Piccole e (in)confutabili verità di Mummybook

Informazioni sull'Autore

Numero di voci : 137

Lascia un Commento

© 2012 iConfronti-inserto di Salernosera (Aut. n. 26 del 28/11/2011). Direttore: Andrea Manzi. Contatti: info@iconfronti.it

Scroll in alto