L’influenza suina uccide una donna di 59 anni a Castellammare

L’influenza suina uccide una donna di 59 anni a Castellammare

Una donna di 59 anni è morta a causa della cosiddetta “febbre suina”. Ricoverata in coma due giorni fa presso l’ospedale san Leonardo di Castellammare di Stabia (Napoli) la paziente è deceduta nella giornata di oggi. La donna deceduta per il virus influenzale A/H1N1 è la prima vittima quest’anno. La 59enne era trapiantata renale e affetta da cardiopatia in base a quanto si apprende dall’ospedale San Leonardo. Proprio a causa di una presunta bassa difesa immunitaria la paziente potrebbe essere deceduta. Al San Leonardo spiegano che il decesso della donna di 59 anni rappresenta un caso isolato. Anzi sostengono che sarebbe da escludere un focolaio epidemico. La vittima era originaria di Torre Annunziata, comune dell’area vesuviana distante una ventina di chilometri dall’ospedale in cui è stata ricoverata. I medici hanno ribadito che si tratta di un caso isolato e che al momento si può escludere l’esistenza di un focolaio epidemico. «Abbiamo fatto il possibile per sostenerla con terapie adeguate. Ma purtroppo è deceduta poco fa, sfiancata dall’attacco del virus», spiega il direttore della rianimazione dell’ospedale stabiese, Aniello De Nicola. Nel pomeriggio, il direttore sanitario della struttura, Ugo Esposito, aveva sottolineato come la risposta immunitaria della paziente fosse stata compromessa dal quadro clinico complessivo, segnato da una cardiopatia e da un trapianto subito in passato. La donna era una casalinga di Torre Annunziata, abitava in un quartiere popolare, ed era stata ricoverata già in coma lo scorso 4 gennaio. La direzione sanitaria dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia ha segnalato il caso alle autorità competenti.

m.amelia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *