L’interruzione della statale d’Amalfi e le proteste dei politici

L’interruzione della statale d’Amalfi e le proteste dei politici
di Ernesto Scelza
di Ernesto Scelza
Ernesto Scelza
Ernesto Scelza

Alle volte le strade dei politici si incrociano. Anche se la strada di cui si tratta è la Statale Amalfitana, ancora interrotta in Costiera. Anche se i politici di cui si parla sono due esponenti del Centrodestra e della Destra salernitani: Salvatore Gagliano e Edmondo Cirielli. Gagliano ci è simpatico: ha la faccia di un eterno ragazzone di buona famiglia. È imprenditore turistico di successo, ha una lunga esperienza politica come sindaco di Praiano, consigliere comunale a Salerno e due volte consigliere regionale. Meno simpatico risulta Cirielli, già presidente della Provincia dimissionario e deputato alla Camera. Passato alla ‘storia’ per aver dato il nome alla legge che ha ridotto i termini di prescrizione dei processi: la ‘ex Cirielli’. Sì, perché non resse alla vergogna di averla proposta e ritirò il suo nome. Ma la legge passò. E con il suo nome. Ma veniamo al fatto: sia Gagliano che Cirielli insorgono perché a distanza di quasi un anno dalla prima interruzione per frana, la Statale Amalfitana è ancora interrotta e non si sa quando verrà messa in sicurezza. I disagi sono immaginabili. Ed è più che sacrosanta ogni protesta. Soltanto che entrambi criticano l’insensibilità di amministratori e politici. Come se avessero vissuto e vivano su un altro pianeta. Come se non avessero mai avuto alcuna responsabilità. E si ritrovano accomunati nella denuncia dei ritardi dei lavori dopo che in passato si erano scambiati accuse tanto feroci da portare ad un processo per diffamazione. È proprio vero che solo le montagne non si incontrano… Quando non siano quelle della Costiera. Che franano.

Ernesto Scelza

Ernesto Scelza, laureato in Filosofia e docente di Storia, è stato leader del Sessantotto e tra i fondatori del manifesto. È stato esponente della Nuova sinistra negli anni Settanta. Giornalista, è stato redattore del settimanale Dossier Sud diretto da Giò Marrazzo, videdirettore di SalernoseraRadio e SalernoseraTv, collegate a Network nazionali, ha collaborato con Michele Santoro a Raitre. Ha collaborato con Gazzetta di Salerno, diretta da Antonio Bottiglieri. Ha operato nel settore commercio con l’estero al Porto di Salerno, ha diretto il Centro Sociale di Salerno facendone un centro di attività culturali e di iniziative sociali. Eletto consigliere provinciale con il Pds e i Ds, ha retto la delega nel settore della cooperazione internazionale e dell’immigrazione. È stato presidente della Consulta provinciale degli immigrati e delle loro famiglie e responsabile dell’Ufficio Pace della Provincia. Portavoce nazionale di Assopace, membro della Presidenza del Coordinamento nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani e del direttivo nazionale della Tavola della Pace, tra gli organizzatori della Marcia per la pace Perugia-Assisi. Operatore culturale, ha promosso numerose manifestazioni di approfondimento e dibattito politico-culturale. Ha organizzato i Forum internazionali sull’Iraq, l’Afghanistan, il Libano e il Medio Oriente. Ha fatto parte di numerose missioni internazionali di pace in Palestina, Libano, Iraq e nell’Africa sub sahariana. Da anni è impegnato a diffondere tra le giovani generazioni i contenuti e i valori della Costituzione italiana e i fondamenti della storia repubblicana. Ha pubblicato e curato volumi di politica e storia contemporanea e di politica internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *